Al via a Lampedusa la Festa dell'Architetto | Architetto.info

Al via a Lampedusa la Festa dell’Architetto

wpid-23526_.jpg
image_pdf

Ha preso il via oggi a Lampedusa la Festa dell’Architetto 2014, dal titolo “L’architettura è per tutti” e quest’anno tutta dedicata al tema dell’emergenza e dell’accoglienza. “Lampedusa – spiega Leopoldo Freyrie, presidente del Consiglio nazionale degli architetti, pianificatori, paesaggisti e conservatori – è per certi versi luogo simbolo, dove meglio che altrove si prende coscienza e consapevolezza del ruolo culturale e sociale, così come dei diritti e dei doveri, della comunità degli architetti italiani”.

“Con la Festa dell’Architetto – spiega ancora Freyrie – vogliamo mettere a disposizione delle istituzioni attenzione e consapevolezza ma anche conoscenza e competenza verso il tema dell’emergenza e dell’accoglienza, convinti come siamo del ruolo sociale dell’architettura in tutte le sue possibili declinazioni professionali. Dunque non più magniloquenza o grande gesto architettonico, ma consapevolezza di diritti e di doveri verso i cittadini tutti”.

Nei tre giorni di dibattiti e di workshop, i maggiori esperti e progettisti provenienti dalle due sponde del Mediterraneo che si confronteranno su come l’emergenza dell’immigrazione implichi un nuovo concetto dell’abitare.

Nel corso della Festa dell’Architetto – organizzata in collaborazione con l’Ordine degli architetti di Agrigento e con la Consulta regionale degli Ordini degli architetti della Sicilia – saranno presentati una serie di progetti per l’accoglienza in emergenza.

Nella giornata di domani, venerdì 13 giugno, dopo la Conferenza degli Ordini degli architetti italiani “Qualità architettonica come valore comune: dall’architettura dell’accoglienza alla cultura dell’abitare. Idee, strumenti e proposte per migliorare le città italiane”, che vedrà impegnati su questi temi i presidenti degli Ordini provinciali, sono in programma, tra le altre iniziative, la presentazione del Premio internazionale di Architettura “Abitare il Mediterraneo 2014” e la lectio magistralis di João Antonio Ribeiro Ferreira Nunes.

Tunisia, Libia ed Egitto i Paesi presenti con docenti universitari e con studenti delle varie università di architettura. Prevista la presenza anche di numerosi esponenti delle Commissioni permanenti di Camera e Senato. Tra i temi che saranno affrontati nei vari workshop, tra gli altri, sono in programma incontri su: “architettura della permanenza e della speranza”, “progettare l’accoglienza partendo dalle comuni radici dell’architettura mediterranea” senza dimenticare il tema che coniuga “emergenza e ospitalità tra architettura e paesaggio” attraverso il “dialogo sull’accoglienza”.

Copyright © - Riproduzione riservata
Al via a Lampedusa la Festa dell’Architetto Architetto.info