Aree industriali dismesse: al 'Waterfront' di Soverato un premio internazionale | Architetto.info

Aree industriali dismesse: al ‘Waterfront’ di Soverato un premio internazionale

Il "20+10+X World Architecture Community Award" assegnato al progetto di riconversione di un'area industriale dismessa per il waterfront di Soverato, in Calabria

wpid-2974_CULTURALCENTERWaterfront.jpg
image_pdf

 

 

Progetto per la riqualificazione dell’Area ex-Comac di Soverato, dello Studio “Schiavello Architects Office”

 

Il progetto per la riqualificazione dell’area industriale dismessa dell’ex-Comac di Soverato, in provincia di Catanzaro, ha ricevuto l’importante riconoscimento internazionale “20+10+X World Architecture Community Award”. Il progetto è il frutto del lavoro dello studio “Schiavello Architects Office  – Sao”, dell’architetto Francesco Schiavello, che non è nuovo a questo tipo di riconoscimenti: nel 2012 aveva infatti già vinto il medesimo premio con il Progetto Starfish, che prevedeva la realizzazione di una piazza a forma di stella marina nella cittadina di Tropea, in provincia di Vibo Valentia.

Il premio “20+10+X World Architecture Community Award”, indetto dalla community on-line “World Architecture –WA”, nasce con l’intento di dare rilievo e visibilità a progetti globali che presentino caratteri di innovatività, originalità e creatività.

 

 

La proposta di Schiavello è la riconversione di un’ex area industriale situata sul lungomare di Soverato, oggi dismessa, che si integra ben poco con il contesto urbano circostante. L’architetto, peraltro, ha già lavorato nell’ambito delle riqualificazioni di aree industriali dismesse, partecipando – tra le altre cose – al progetto dello Studio Fuksas per la nuova sede del Museo Piaggio, nell’ex stabilimento ex Presse di Pontedera.

Waterfront si ispira alle forme di un “canyon”, in questo caso modellato dalle onde del mare e dal vento, che diventa architettura. Integrato ad un parco urbano, l’edificio vuole portare nuova vita all’interno della cittadina di Soverato. Oltre a nuovo centro culturale, il progetto prevede spazi per la commercializzazione dei prodotti regionali artigianali “food e non food”, sottoforma di “temporary shops”.

 

 

 

 

Copyright © - Riproduzione riservata
Aree industriali dismesse: al ‘Waterfront’ di Soverato un premio internazionale Architetto.info