Rigenerare le citta' rammendando le periferie | Video e foto convegno Italcementi | Architetto.info

Rigenerare le citta’ rammendando le periferie | Video e foto convegno Italcementi

Dal video manifesto di Renzo Piano all'esperienza di Mario Cucinella, ecco i principali temi affrontati nel convegno annuale Italcementi

wpid-2978_rigenerazioneurbana.jpg
image_pdf

Un nuovo Rinascimento del Paese che rammendi le periferie attraverso la rigenerazione urbana: è stato questo il tema portante del convegno annuale della Fondazione Italcementi, tenutosi a Bergamo lo scorso 24 gennaio 2015. L’evento, che ha visto la partecipazione di esponenti di rilevanza globale nell’ambito dell’architettura, della pianificazione urbana, delle istituzioni e della ricerca, ha sollevato una serie di spunti sul tema della rigenerazione del territorio, dagli esempi concreti di città in cui questo processo ha funzionato bene al ruolo dell’innovazione nei materiali e nelle tecnologie.

All’interno della giornata è stato presentato il video manifesto (GUARDA IL VIDEO) di Renzo Piano, architetto e senatore a vita, dedicato al concetto di rammendo e rigenerazione urbana, ovvero un intervento nelle periferie che sappia essere inclusivo, coinvolgendo la popolazione dei quartieri interessati. Un tema, quello delle periferie, particolarmente a cuore a Piano, che ha devoluto il suo emolumento come senatore a vita ad gruppi di lavoro incaricati di studiare alcune periferie italiane (LEGGI DI PIU’ QUI).

“Le nostre città e il nostro territorio hanno bisogno di grandi interventi di riqualificazione”, ha spiegato in apertura Giampiero Pesenti, presidente di Italcementi. “Una rinascita che cambi in meglio le realtà urbane, le periferie in particolare, e la vita stessa delle persone che le vivono. È accaduto e accade in molte parti del mondo e dell’Europa: pensiamo a Marsiglia, Berlino, Londra e alle molte altre realtà urbane in cui zone vecchie e degradate dei centri abitati hanno lasciato il posto a quartieri più sostenibili, più belli, più vivibili, contribuendo alla rinascita economica e sociale di intere città. È quello di cui anche il nostro Paese oggi ha grande bisogno: un’insieme di coraggiose operazioni di recupero di vaste aree inutilizzate, o male utilizzate, che consentano di innescare un circolo virtuoso di sostituzione di quegli edifici che non garantiscono più standard accettabili di sicurezza strutturale, di efficienza energetica e anche di vivibilità dal punto di vista architettonico, urbanistico e sociale”.

Tra gli interventi da segnalare, quello di Mario Cucinella all’interno della tavola rotonda. Cucinella è da sempre focalizzato sui temi della sostenibilità e del recupero urbano, anche grazie alla sua esperienza come fondatore della no profit “Building Green Future”. Tra le sue esperienze ‘sul campo’, quella come ‘tutor’ del progetto G124 di Renzo Piano, per la quale si si è concentrato sull’area urbana di Catania, in particolare il quartiere di Librino. “A volte – ha detto – per migliorare la vita di un quartiere può bastare una nuova biblioteca, un giardino curato, un percorso pedonale tra una scuola e una palestra. Non interventi dall’alto, da “archistar”, ma soluzioni che migliorano la vita quotidiana e favoriscono l’incontro tra le persone”.

Sul canale youTube del gruppo Italcementi sono stati resi disponibili i video di tutti gli interventi dei principali relatori del convegno: Emanuela Casti dell’Università di Bergamo; Michele Molè, progettista del Padiglione Italia per Expo 2015 (che fa uso dello speciale cemento biodinamico messo a punto da Italcementi); Giampiero Pesenti; Carlo Pesenti, Consigliere delegato di Italcementi; il ministro delle infrastrutture Maurizio Lupi.

 Di seguito, infine, i video in tre parti della tavola rotonda.

Copyright © - Riproduzione riservata
Rigenerare le citta’ rammendando le periferie | Video e foto convegno Italcementi Architetto.info