Apre il Muba, il museo per i bambini | Architetto.info

Apre il Muba, il museo per i bambini

wpid-21192_muba.jpg
image_pdf

E’ stato inaugurato lo scorso giovedì 23 gennaio a Milano il Muba, Museo dei bambini, uno spazio di oltre 1200 metri quadrati di superficie, dedicato al divertimento e alla promozione di arte e cultura per l’infanzia. Si rivolge alle famiglie e alle scuole questo luogo di svago e aggregazione, situato nella Rotonda di via Besana, spazio prezioso del patrimonio pubblico milanese, circondato da un giardino storico.

Il progetto è stato voluto e realizzato dalla Fondazione Muba, nata nel 1995, e dal Comune di Milano e si presenta come centro per promuovere arte e cultura già dall’infanzia, con proposte di alto livello e facile accessibilità, dedicate a bambini e ragazzi. Un luogo aperto all’innovazione che riunirà le eccellenze nazionali e internazionali della cultura, della didattica e delle arti, per promuovere lo sviluppo della creatività e del pensiero progettuale creativo.

La programmazione del Muba prevede ogni anno tre grandi mostre, progetti in sinergia con gli eventi di punta della città come il Salone del mobile, PianoCity e BookCity e laboratori per le famiglie. Inoltre, saranno organizzati progetti e laboratori in corrispondenza di giornate dedicate a argomenti di attualità, ma si potranno anche organizzare feste e campus.

E’ già presente all’interno della Rotonda un bookshop e a breve aprirà anche la caffetteria “Rotonda Bistro”, entrambi con proposte ad hoc per il “piccolo”pubblico di Muba: un’attenta selezione di libri e giochi e menù speciali a misura di bambino. Il bistrot avrà a disposizione un dehors nel parco e il loggiato e il giardino che caratterizzano “La Besana” diventeranno spazi di condivisione per gustare specialità “a chilometri zero”.  

A inaugurare la programmazione del nuovo spazio milanese è la prima mostra-gioco dal titolo “Scatole”, dal 23 gennaio al 31 marzo 2014, in cui s’indaga il concetto di “scatola” attraverso il tema della scoperta, dell’esplorazione sensoriale, dello sviluppo del pensiero progettuale creativo: diverse aree tematiche proporranno esperienze dirette sui concetti di volume, dentro-fuori, tridimensionalità e percezione.

Nelle stesse date si potrà visitare la mostra, a ingresso libero, “L’essenza e l’eccesso”, curata da Paolo Ulian e prodotta da Best Up, circuito per la promozione dell’abitare sostenibile. 25 coppie di oggetti che rispondono a una stessa funzione compongono questa mostra che vuole invitare alla riflessione sui temi del consumo e della produzione. Alla sua terza tappa in Italia, il progetto punta alla generazione di consapevolezza nelle scelte di tutti i giorni.

“Remida Milano” è invece il progetto permanente didattico e artistico ospitato dal Muba, sulla tematica del riuso creativo dei materiali di scarto a fini educativi, con workshop dedicati a varie fasce d’età e aperti alle scuole. Progetto del Comune di Reggio Emilia e di Iren Emilia, Remida è gestito dalla Fondazione Reggio Children Centro Loris Malaguzzi. Intorno a questa esperienza è nata la rete dei Remida che oggi si compone di 18 centri nel mondo di cui Remida Milano è parte.

La Fondazione senza scopo di lucro Muba si è aggiudicata la concessione per otto anni, prorogabili per altri sei, dello spazio della Rotonda di via Besana, per realizzare un centro permanente di progetti culturali e artistici dedicati all’infanzia. La Fondazione corrisponderà al Comune un canone annuo di 93 mila euro e royalties sul fatturato annuo del bar e bookshop, pari al 3% fino a 250 mila euro e pari al 5% sul fatturato annuo eccedente.

Fondazione Muba si farà inoltre carico della manutenzione ordinaria e straordinaria dello spazio, degli allestimenti interni e della manutenzione ordinaria delle parti esterne dell’edificio. Dal 2007 la Fondazione, riconosciuta a livello regionale si propone di formare e diffondere espressioni della cultura per stimolare nei bambini un pensiero creativo e libero dagli stereotipi, per renderli più ricettivi agli input della società attuale, che richiede sempre maggiori attitudini creative.

Dichiara Elena Dondina, presidente della Fondazione Muba: “La nostra organizzazione è da molti anni impegnata a promuovere la realizzazione a Milano di un centro permanente di attività culturali e creative, dove tutto è pensato e progettato per i bambini. Siamo molto felici di poter inaugurare, grazi{GALLERY}e alla destinazione che il Comune ha voluto dare alla Rotonda di via Besana, il Museo dei Bambini di Milano e ci auguriamo che questo diventi un modello di istituzione culturale che si possa diffondere in altre città italiane”.

Gli orari di apertura del Muba per il pubblico sono dal martedì al venerdì
dalle 17 alle 18:30 (per un turno di attività, mostra o laboratorio). Nei weekend e nei giorni festivi, vi sono turni d’ingresso alle ore 10:00 – 11:30 – 14:00 – 15:45 – 17:30 per la mostra “Scatole” e per lo spazio-laboratorio Remida sul riuso creativo dei materiali.

 

Copyright © - Riproduzione riservata
Apre il Muba, il museo per i bambini Architetto.info