Architetti: le piu' importanti novita' normative del 2014 | Architetto.info

Architetti: le piu’ importanti novita’ normative del 2014

wpid-25670_architetto.jpg
image_pdf

Dall’autorizzazione paesaggistica al nuovo codice deontologico della professione, dalle nuove regole regionali sul consumo di suolo all’aggiornamento delle Norme tecniche per le costruzioni (Ntc): sono solo alcune delle principali novità normative approvate o entrate in vigore nel 2014 di interesse per la professione di architetto.

Eccole in sintesi, insieme ad alcuni spunti sulle approvazioni previste nel prossimo futuro:

Il 2014 si è aperto con l’entrata in vigore del nuovo Codice Deontologico approvato dal Consiglio Nazionale dell’Ordine, relativo alla professione di Architetto, Pianificatore, Paesaggista, e Conservatore.

Sul piano legislativo, ricordiamo:

  • Il disegno di legge “Principi in materia di politiche pubbliche territoriali e trasformazione urbana” presentato dal ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti il 24 luglio, che predispone un quadro normativo unitario in grado di rinnovare le norme urbanistiche nazionali.

  • Il decreto 102/2014 sull’efficienza energetica, che individua le tre figure che in due anni saranno le uniche abilitate a eseguire diagnosi energetiche riconosciute.

  • Il decreto-legge 83/2014 sull’autorizzazione paesaggistica, che consente tra l’altro all’amministrazione competente di indire una conferenza di servizi se la soprintendenza non si esprime entro 45 giorni dalla ricezione dell’istanza.

  • La delibera del Consiglio di amministrazione della Cassa nazionale di previdenza ed assistenza per gli ingegneri ed architetti liberi professionisti n. 20562/14 del 7 maggio 2014, concernente i nuovi coefficienti di trasformazione e aggiornamento percentuali di riduzione della pensione di vecchiaia unificata. (GU n.268 del 18-11-2014).

  • Il decreto 23 ottobre 2014, che istituisce l’elenco degli alberi monumentali d’Italia e principi e criteri direttivi per il loro censimento (GU n.268 del 18-11-2014).

  • La legge 11 novembre 2014, n. 164, di conversione, con modificazioni, del decreto-legge 12 settembre 2014, n. 133, cd “Sblocca Italia”, che contiene numerose modifiche al Testo Unico per l’Edilizia in tema di permessi di costruire, oneri di urbanizzazione, interventi edilizi e semplificazioni amministrative (GU n. 262 del 12 novembre 2014).

  • Le nuove Norme tecniche delle costruzioni (Ntc) approvate il 14 novembre 2014, dal Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici, che mantengono il riferimento agli Eurocodici e stabiliscono una differenziazione nell’adeguamento antisismico tra gli edifici nuovi e quelli esistenti, con riduzione dei coefficienti per interventi su particolari edifici e livelli più elevati per le nuove costruzioni.

  • Le leggi regionali di Lombardia e Toscana che introducono nuove regole per il governo del territorio e la limitazione del consumo di suolo, mentre la legge nazionale è ancora in discussione in Parlamento.

  • La Legge di stabilità 2015, che stabilisce un’aliquota unica del 65% sulle spese per interventi sul rendimento energetico degli edifici, sostenute fino al 31 dicembre 2015.

L’autore


Giorgio Tacconi

Nato a Milano nel 1956, laureato in giurisprudenza, svolge come libero professionista attività di comunicazione, informazione e consulenza tecnico-giuridica in tema di sicurezza negli ambienti di lavoro, tutela dell’ambiente e sostenibilità, responsabilità sociale d’impresa. Ha collaborato come autore di testi, siti e banche dati con Cedis, McGrawHill, Eco-comm, De Agostini, Rcs, Conde Nast, LifeGate, Sistemi Editoriali, Giappichelli.

Copyright © - Riproduzione riservata
Architetti: le piu’ importanti novita’ normative del 2014 Architetto.info