Basta proroghe a chi copia | Architetto.info

Basta proroghe a chi copia

wpid-4290_adi.jpg
image_pdf

Il design italiano si è ribellato alla contraffazione, schierandosi a favore del diritto d’autore. Le Commissioni I e V della Camera dei deputati, infatti, hanno approvato con un emendamento l’articolo aggiuntivo 22.013 “Nannicini”, che contraddice la Direttiva comunitaria in merito alle contraffazioni e proroga per altri 5 anni il diritto alla copia dei prodotti di chiara fama creati prima del 2001. L’emendamento in questione fa parte del decreto Milleproroghe.

ADI e Fondazione ADI, aziende di design, progettisti e designer, Confindustria, Assarredo, Assoluce, la Fondazione Valore Italia, Altagamma e Indicam si sono uniti, organizzando una conferenza stampa lo scorso 1 febbraio 2012, in occasione della quale è stato possibile discutere il problema insieme a giornalisti, giuristi ed esperti di proprietà intellettuale per opporsi alla proroga.

Oltre al presidente nazionale ADI, Luisa Bocchietto, sono intervenuti: da Confindustria, l’avvocato e professore di Diritto Industriale Cesare Galli, Claudio Luti, del Consiglio direttivo di Federlegno Assarredo, il presidente di Federlegno Assoluce Piero Gandini, il segretario generale della Fondazione Altagamma, Armando Branchini, il presidente del Centro Studi Anticontraffazione, Daniela Mainini e Giovanni Casucci, coordinatore della Commissione tematica Design Cnac (Consiglio Nazionale Anticontraffazione).

 

C.C.

{GALLERY}

Copyright © - Riproduzione riservata
Basta proroghe a chi copia Architetto.info