‘Cenni di Cambiamento' a Milano, legno protagonista dell'housing sociale | Architetto.info

‘Cenni di Cambiamento’ a Milano, legno protagonista dell’housing sociale

wpid-22489_HP.jpg
image_pdf

Un progetto che promuove una nuova cultura dell’abitare attraverso l’utilizzo di tecnologie costruttive all’avanguardia, un innovativo complesso di housing sociale che ha come principale obiettivo la valorizzazione delle relazioni sociali, il più grande intervento residenziale in Europa realizzato con un sistema di strutture portanti in legno. Così si può riassumere “Cenni di cambiamento”, un’ambiziosa iniziativa immobiliare che si sviluppa su un’area complessiva di 17.000 mq nella zona ovest di Milano.

Il nuovo insediamento prevede la realizzazione di 124 alloggi inseriti in un contesto sociale animato e collaborativo, in grado di portare ad un aumento reale della qualità della vita. Una grande corte pubblica centrale – vero e proprio luogo di relazione tra il complesso e il quartiere circostante – è la più significativa tra le ampie zone dedicate ad attività ricreative e culturali e rappresenta al meglio il forte spirito aggregativo che è alla base dell’ideazione di tutto l’intervento.

L’intervento

Gli edifici progettati dallo Studio di Architettura Rossi Prodi – vincitore del concorso internazionale indetto nel 2009 da Polaris e promosso dalla Fondazione Housing Sociale – sono pensati proprio per costruire un quartiere integrato di edilizia sociale che privilegi il rapporto tra gli abitanti: così particolare rilevanza è data ad alcuni elementi architettonici comuni (come ballatoi, scalinate, portinerie) e agli spazi di distribuzione del complesso, concepiti come una serie di percorsi e luoghi fruibili da diverse tipologie di cittadini nei vari momenti della giornata. 

Rivolto principalmente ad un’utenza giovane, “Cenni di cambiamento” propone appartamenti di varie tipologie e dimensioni che sfruttano sistemi costruttivi contraddistinti da un’elevata qualità architettonica ed ambientale, con alti standard abitativi ed energetici. In particolare l’assenza quasi totale di lavorazioni tradizionali “umide” e l’utilizzo combinato di tecnologie a secco di ultima generazione – strutture portanti in legno, rivestimenti esterni a “cappotto”, divisori e contropareti in lastre di gesso rivestito Gyproc Saint-Gobain – permette di ottenere maggiori performance in termini di comfort abitativo ed isolamento acustico, con grande flessibilità, notevole velocità di esecuzione e massima pulizia nelle varie fasi del cantiere.

Le soluzioni Gyproc utilizzate

Gyproc Fireline, lastra in gesso rivestito prevista per tutte le applicazioni d’interni in cui è richiesto un comportamento al fuoco superiore.

Rigidur, sistema in gesso fibrato dall’elevata resistenza meccanica.

Gyproc Duragyp, lastra di tipo speciale con incrementata densità del nucleo, il cui gesso è inoltre additivato con fibre di vetro e fibre di legno; tali caratteristiche conferiscono al prodotto un elevato grado di durezza superficiale e di resistenza meccanica.

Informazioni

Promotori dell’iniziativa: Fondo Immobiliare di Lombardia

Società di gestione del Fondo: Polaris Real Estate SGR spa

Advisor tecnico e sociale / Concept plan e progetto sociale: Fondazione Housing Sociale

Partnership pubblico/privato: Comune di Milano

Sviluppo immobiliare: Polaris Investment Italia SGR spa, Milano

Copyright © - Riproduzione riservata
‘Cenni di Cambiamento’ a Milano, legno protagonista dell’housing sociale Architetto.info