Dal Consiglio Nazionale via libera ai Presidi locali di Protezione Civile | Architetto.info

Dal Consiglio Nazionale via libera ai Presidi locali di Protezione Civile

wpid-12144_terremoto.jpg
image_pdf

È stata istituita una rete di “Presidi locali di Protezione Civile” su tutto il territorio nazionale. Ad annunciarlo è Rino La Mendola, vicepresidente del Consiglio Nazionale degli Architetti, che ha progettato la rete allo scopo di dotare le Federazioni Regionali e gli Ordini Provinciali di apposite squadre di architetti volontari “qualificati e costantemente aggiornati per supportare le attività della Protezione Civile, sia in emergenza che in regime ordinario”.

La Mendola, che ha la delega per la Protezione Civile, ha inoltre specificato che da ottobre sarà avviata “la prima fase del percorso formativo destinato ai coordinatori dei Presidi e, successivamente, a tutti i volontari che aderiranno alla “rete di volontariato qualificato” progettata dal Consiglio Nazionale”.

Sono 236 gli architetti italiani che, su base volontaria, hanno offerto attività di rilievo, valutazione e schedatura dei danni in supporto alla Protezione Civile in occasione del terremoto dell’Emilia Romagna dello scorso maggio, per un totale di 1464 giornate lavorative.

“Abbiamo garantito costante assistenza al Dipartimento della Protezione Civile”, afferma Walter Baricchi, Responsabile del Coordinamento Operativo e responsabile per la Protezione Civile della Federazione degli Architetti dell’Emilia Romagna, “allertando gli architetti italiani, con il contributo del Consiglio Nazionale e degli Ordini Provinciali, e procedendo alla redazione degli elenchi degli architetti disponibili, già qualificati con appositi corsi di formazione, ed all’organizzazione di squadre e turni operativi.”

 

V.R.

Copyright © - Riproduzione riservata
Dal Consiglio Nazionale via libera ai Presidi locali di Protezione Civile Architetto.info