Debiti pa: pagati 21,6 miliardi ai creditori | Architetto.info

Debiti pa: pagati 21,6 miliardi ai creditori

wpid-21167_ar.jpg
image_pdf

Il ministero dell’Economia ha reso noti i dati sull’andamento dei pagamenti dei debiti accumulati dalle pubbliche amministrazioni e scaduti al 31 dicembre 2012 e Antonio Tajani, vice presidente della Commissione europea, ha annunciato che avvierà una procedura di infrazione nei confronti dell’Italia.

È successo quasi in contemporanea. Il ministro dell’Economia e delle Finanze, Fabrizio Saccomanni, soddisfatto del risultati raggiunti, ha affermato: “Abbiamo immesso nell’economia reale liquidità vera al ritmo di 3,6 miliardi di euro al mese tra luglio e dicembre; abbiamo messo a disposizione dell’economia l’equivalente di 1,6 punti di Pil. Credo che il risultato del terzo trimestre 2013, per il quale abbiamo registrato che la caduta del Pil si è arrestata, e il segno positivo che ci aspettiamo di registrare per il quarto trimestre, siano anche il frutto dell’impegno profuso in questa operazione”.

Mentre il ministro snocciolava questi numeri, da Bruxelles arrivavano brutte notizie. “Avvierò a breve la pratica per aprire una procedura d’infrazione nei confronti dell’Italia per la mancata applicazione della direttiva europea che impone alle amministrazioni pubbliche di pagare i propri debiti entro 30 giorni – ha affermato Tajani -. Sarò costretto a questa misura, dopo decine di sollecitazioni, perché ci sono troppe imprese che muoiono per crediti e non per debiti. Nella pubblica amministrazione italiana ci sono ancora sacche di burocrazia lenta che usa il potere di cui dispone non per servire i cittadini ma in senso autoreferenziale”.

Guardando ai dati del ministero, gli enti debitori hanno fatto accesso alle risorse disponibili per 24,5 miliardi – sui 27,2 disposti complessivamente dai decreti “sblocca debiti” – e nel corso del secondo semestre 2013 se hanno provveduto a pagare debiti arretrati per 21,6 miliardi. Per quanto riguarda la prima fase, disposta dal dl 35, gli enti debitori hanno acquisito risorse per 18,5 miliardi e hanno effettuato pagamenti per 16,5 miliardi, corrispondenti al 84% delle risorse stanziate.

Per quanto riguarda l’ulteriore tranche di fondi disposti dal dl 102, gli enti debitori hanno acquisito risorse per 6 miliardi, dei quali 5,1 risultano già pagati ai creditori. Sulla scorta dei fondi già assegnati nel 2013, in questi primi giorni del 2014 sono ancora in pagamento circa 2,9 miliardi.

Copyright © - Riproduzione riservata
Debiti pa: pagati 21,6 miliardi ai creditori Architetto.info