Design newyorkese e artigianato senegalese | Architetto.info

Design newyorkese e artigianato senegalese

wpid-4719_a.jpg
image_pdf

Lampade, tavoli e complementi d’arredo realizzati dal designer di New York Stephen Burks in collaborazione con i cestai in un villaggio appena fuori Dakar, in Senegal.

È questa la collezione Man Made, attualmente in mostra al Design Exchange di Toronto, fino al prossimo 1° aprile. I complementi di arredo sono realizzati con la tradizionale tecnica di tessitura e cucitura dei cesti di paglia a spirale, chiamati sweetgrass basket, una lavorazione tipica delle popolazioni di origine africana che abitano le isole e le zone costiere del Sud Carolina, Georgia e Florida settentrionale.

Stephen Burks è già conosciuto per i suoi progetti che mettono in collegamento artigiani dei Paesi in via di sviluppo con marchi globali come Artecnica, Cappellini e Moroso. Per Man Made il designer newyorkese racconta di aver lavorato allo sviluppo dei pezzi per circa tre mesi nel villaggio senegalese insieme al suo team.

Il lavoro è partito esaminando i diversi modi di reinventare i tradizionali cesti: in alcuni casi sono stati impiegati i pezzi esistenti come modulo per ottenere il prodotto finale (come la lampada Starburst), in altri casi i cestini sono stati usati come forma per realizzare oggetti voluminosi mediante l’uso di un materiale completamente diverso (come la lampada Untitled Hdpe).

Il progetto punta a integrare processi artigianali antichi in prodotti di design contemporaneo, ma anche a trasformare le materie prime riciclate in prodotti intelligenti e funzionali, oltre a costruire un ponte tra queste fabbriche del mondo in via di sviluppo e la distribuzione internazionale.

O.O.

{GALLERY}

Copyright © - Riproduzione riservata
Design newyorkese e artigianato senegalese Architetto.info