Do ut do 2014: Design per Hospice | Architetto.info

Do ut do 2014: Design per Hospice

wpid-4360_YokoOnoWishTree.jpg
image_pdf

È stata presentata la nuova edizione di “do ut do”, evento biennale di raccolta fondi a favore della Fondazione Hospice Seràgnoli Onlus, ente privato senza scopo di lucro che dal 2002 opera nel campo dell’assistenza, formazione, ricerca e divulgazione della cultura delle cure palliative.

La seconda edizione sarà nel segno del design con i migliori designer mondiali come protagonisti che hanno espresso la propria adesione donando una loro opera che, secondo il tradizionale schema dell’“estrazione a sorte” verrà assegnata a chi avrà sostenuto le attività della Fondazione con un contributo a partire da 5.000 euro.

In attesa di scoprire le creazioni realizzate per questo progetto da designer del calibro di Emilio Ambasz, Daniel Libeskind, Odile Decq, Michele De Lucchi, Doriana e Massimiliano Fuksas, Massimo Iosa Ghini, Alessandro Mendini, Richard Meier, Mimmo Paladino, Claudio Silvestrin, da oggi è possibile visionare in anteprima l’opera simbolo del progetto, Look Beyond.

Padrini d’eccezione – dopo Yoko Ono, madrina della prima edizione dedicata all’arte contemporanea con il dono di un suo Wish Tree –, saranno gli artisti del duo Masbedo, che per do ut do hanno realizzato l’opera video inedita che verrà presentata al grande pubblico in occasione della grande esposizione che si terrà a maggio 2014 al Maxxi di Roma e che apparirà online in anteprima sulla piattaforma Vimeo nei prossimi giorni.

Con Look Beyond i Masbedo esplorano il territorio della scienza medica trovando ispirazione dai risultati di un esame diagnostico oculistico, la “fluorangiografia”, che dimostra che l’occhio viene stimolato dalle immagini anche se in quel preciso istante l’attenzione o la consapevolezza del soggetto sono assenti, da qui l’idea di mettere in immagini un possibile dialogo nascosto (o inconscio) tra la sofferenza e l’emozione della bellezza, della speranza, dei ricordi, degli aspetti “intensi della vita”.

Per il 2014 il progetto prevede tre eventi pubblici: due esposizioni dai contenuti e dalle dimensioni che faticano a trovare un precedente  nella storia del design. La prima sarà al Maxxi di Roma a maggio e la seconda si terrà al Mambo di Bologna; l’estrazione e conseguente assegnazione delle opere in palio avverrà invece presso il MAST-Manifattura di Arti, Sperimentazione e Tecnologia di Bologna.

Guarda il video:

Copyright © - Riproduzione riservata
Do ut do 2014: Design per Hospice Architetto.info