Dormire nel bruco | Architetto.info

Dormire nel bruco

wpid-4287_BRUCO.jpg
image_pdf

In un qualsiasi prodotto, forma, materia e funzione, sebbene strettamente collegate, si manifestano con un’evidenza variabile. Anche se, nella titolazione, si è messo l’accento sulla componente formale, nel presentare Diable 1200 WTS, nuovo saccoletto di Ferrino & C., gli aspetti tecnici hanno il sopravvento su tutto.

È certamente un prodotto “estremo”, cioè concepito per situazioni non convenzionali, ma estremamente ben risolto. Ecco gli aspetti salienti:

– ottimo rapporto peso/volume e protezione dal freddo, i due innovativi sistemi WTS (Welded Technicali System) e Stretch consentono performance ineguagliate, mantenendo una coibenza ottimale e riducendo peso e volume;

– presenza di un cupolino parafreddo;

– sistema one-touch per chiudere e aprire il cappuccio dall’interno con una sola mano;

– coprilampo e termocollare imbottito;

– nastro antinceppamento lampo;

– lampo a due vie accoppiabili;

– strato supplementare imbottitura zona petto e piedi (1200/1000);

– sacca con nastri di compressione per consentire l’inserimento all’interno dello zaino;

– sistema WTS/STRETCH;

– saldatura sostitutiva delle cuciture esterne per minimizzare la dispersione di calore;

– costruzione stretch dei canali interni per ottenere un saccoletto nel quale muoversi liberamente.

Bruco sì, ma altamente tecnologico.

{GALLERY}

Copyright © - Riproduzione riservata
Dormire nel bruco Architetto.info