La guida Enea alle detrazioni fiscali per l'efficienza energetica degli edifici | Architetto.info

La guida Enea alle detrazioni fiscali per l’efficienza energetica degli edifici

Un nuovo portale dell'Enea raccoglie indicazioni pratiche sulle procedure e i criteri da seguire per accedere alle detrazioni per il risparmio energetico degli edifici esistenti

image_pdf

Enea ha pubblicato il portale http://www.acs.enea.it dedicato alle detrazioni fiscali sulle spese sostenute fino al 31 dicembre 2015 per il risparmio energetico degli edifici esistenti. Il sito è gestito dal Coordinamento Gestione Meccanismo Detrazioni Fiscali, un’apposita struttura dell’Unità Tecnica Efficienza Energetica (UTEE).

Dalla loro istituzione, avvenuta con Legge n. 296/2006 (Legge Finanziaria 2007), le detrazioni fiscali per il risparmio energetico sono state prorogate e modificate più volte, fino alla Legge di Stabilità 2015, che ne fissa la misura nel 65% di detrazione dall’IRPEF o dall’IRES, per spese sostenute per la realizzazione di interventi che aumentino il livello di efficienza energetica degli edifici esistenti di qualsiasi categoria catastale, anche rurali, posseduti o detenuti, purché dotati di impianti di riscaldamento.

Beneficiari delle detrazioni sono tutti i contribuenti, persone fisiche, professionisti, società e imprese che sostengono spese per l’esecuzione degli interventi su edifici esistenti, su loro parti o su unità immobiliari esistenti, per i seguenti interventi:

  • riduzione del fabbisogno energetico per il riscaldamento dell’intero edificio;

  • miglioramento delle prestazioni termiche dell’involucro dell’edificio (attraverso la coibentazione di solai, pareti o la sostituzione di serramenti o parti di essi);

  • installazione di pannelli solari;

  • sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale.

Il portale comprende un “Vademecum” che, presenta schede riepilogative dei requisiti tecnici richiesti e della documentazione da approntare per ogni tipo di intervento incentivato:

  • serramenti e infissi

  • caldaie a condensazione

  • caldaie a biomassa

  • pannelli solari

  • pompe di calore

  • coibentazione pareti e coperture

  • riqualificazione globale

  • caldaie a biomassa

  • schermature solari

Per i tecnici, sono disponibili esempi di calcolo della trasmittanza di solai, serramenti e infissi, pareti perimetrali, ponti termici, di razionalizzazione energetica dell’involucro edilizio e del risparmio annuo di energia in fonte primaria ottenibile con:

  • un intervento di efficienza energetica su un elemento opaco o finestrato,

  • l’installazione di pannelli solari,

  • l’installazione di una caldaia a condensazione unifamiliare a 4 stelle,

  • l’installazione di pompe di calore elettriche ad aria esterna in luogo di caldaia per singola unità immobiliare o per la produzione di acqua calda sanitaria.

Dal portale Enea è anche possibile inviare la documentazione obbligatoria per fruire delle detrazioni ed eventualmente richiedere la relativa assistenza informatica.

L’autore


Giorgio Tacconi

Nato a Milano nel 1956, laureato in giurisprudenza, svolge come libero professionista attività di comunicazione, informazione e consulenza tecnico-giuridica in tema di sicurezza negli ambienti di lavoro, tutela dell’ambiente e sostenibilità, responsabilità sociale d’impresa. Ha collaborato come autore di testi, siti e banche dati con Cedis, McGrawHill, Eco-comm, De Agostini, Rcs, Conde Nast, LifeGate, Sistemi Editoriali, Giappichelli.

Copyright © - Riproduzione riservata
La guida Enea alle detrazioni fiscali per l’efficienza energetica degli edifici Architetto.info