Bugs, Daffy, Silvestro & co. I cartoni animati della Warner Bros. | Architetto.info

Bugs, Daffy, Silvestro & co. I cartoni animati della Warner Bros.

wpid-2610_bugsbunny.jpg
image_pdf

Storici “antagonisti” dei cugini Disney Topolino e Paperino, Bugs Bunny e la pattuglia dei cartoon prodotti dalla Warner Bros sono figure iconiche dell’immaginario Usa tra gli anni Trenta e gli anni Sessanta. E se i personaggi disneyiani erano rassicuranti, “mainstream” e quasi moralisti, i loro “cugini” Warner hanno conquistato il pubblico per l’irriverenza e la sottile cattiveria; e basti pensare al geniale umorismo macabro di Will Coyote o alle lotte intestine tra Titti e Gatto Silvestro per averne un’idea definita.

Grazie al lavoro di Steve Schneider, collezionista e studioso americano, arriva in Italia la mostra “Bugs, Daffy, Silvestro & co. – I cartoni animati della Warner Bros”. È la prima tappa in Europa per un’esposizione che ha fatto il giro dei musei statunitensi, partendo dal MoMA, e che approda nel luogo più adatto per un contenuto a cavallo tra cinema, animazione, grafica e cultura pop: il Museo Nazionale del Cinema nella Mole Antonelliana di Torino.

La mostra raccoglie un’imponente mole di materiali originali dei disegnatori che hanno dato vita ai popolarissimi personaggi delle serie di cartoon della Warner Bros degli anni ’30, ’40, ’50 e ’60: Bugs Bunny, Daffy Duck, Wile E. Coyote, Speedy Gonzales, il Gatto Silvestro, Titti e molti altri. È inoltre arricchita dall’esposizione di 48 manifesti e materiali pubblicitari provenienti dalle collezioni del Museo Nazionale del Cinema.

V.R.

Copyright © - Riproduzione riservata
Bugs, Daffy, Silvestro & co. I cartoni animati della Warner Bros. Architetto.info