Carlo Mollino | Architetto.info

Carlo Mollino

wpid-mollino.jpg
image_pdf

Carlo Mollino
20 settembre 2006 – 7 gennaio 2007
A cura di Fulvio e Napoleone Ferrari
In collaborazione con la GAM Galleria Civica d’Arte Moderna e Contemporanea di Torino


La GAM propone, con il Castello di Rivoli, una vasta retrospettiva dedicata all’eclettico architetto, designer, fotografo ed intellettuale torinese, attivo dagli anni Trenta al 1973, anno della sua scomparsa.
La rassegna, che alla GAM sarà articolata in diverse sezioni, al Castello di Rivoli avrà come tema l’opera fotografica di Mollino. Fin dagli esordi della sua attività professionale, Mollino affida alla fotografia la documentazione e, meglio, la “trasfigurazione fotografica” della sua opera. A tale scopo elabora copie fotografiche sapientemente ritoccate, ritagliate, montate. Teorizza il suo pensiero sulla fotografia con la pubblicazione de “Il Messaggio dalla Camera Oscura”. Negli anni Cinquanta, passa dalle immagini personalmente stampate in b/n e firmate all’esecuzione di centinaia di ritratti femminili, stampati in piccolo formato, a volte ritoccati e non più firmati. Attento ed interessato ad ogni evoluzione tecnica, nei primi anni Sessanta si dedica all’uso esclusivo della Polaroid, realizzando ancora centinaia di ritratti femminili.

Carlo MOLLINO (1905 – 1973), fu uno dei personaggi più discussi e controversi del mondo culturale torinese nel periodo a cavallo della seconda guerra mondiale.
Architetto di fama mondiale (la sua ultima opera fu il Teatro Regio di Torino) e titolare della Cattedra di Architettura del  Politecnico di Torino, oltre all’amore per l’architettura e l’arte in generale dimostro diversi  interessi sportivi:  l’automobilismo, discesismo, aeronautica  da cui traeva  ispirazione per la sua architettura.

Copyright © - Riproduzione riservata
Carlo Mollino Architetto.info