Carlo Ratti e le sue 'Senseable Cities' a Klimahouse 2016 | Architetto.info

Carlo Ratti e le sue ‘Senseable Cities’ a Klimahouse 2016

Anche l'architetto e direttore del Senseable City Lab del Mit di Boston tra gli ospiti dell'evento di Bolzano, in programma dal 28 al 31 gennaio 2016

carlo_ratti
image_pdf

Continua a delinarsi il programma di Klimahouse 2016, l’evento dedicato alla sostenibilità e al risparmio energetico in edilizia, in programma dal 28 al 31 gennaio 2016. Insieme al prof. Thomas Auer, esperto di fama mondiale in tema di Building Technology and Climate Responsive Design, ci sarà Carlo Ratti, architetto, ingegnere e professore presso il Mit di Boston.
Come Auer, anche Ratti interverrà all’interno del congresso “Design e funzione“, in programma venerdì 29 gennaio 2016, e già considerato come l’evento cardine del ricco calendario di Klimahouse 2016.
Il titolo del suo intervento, “Senseable Cities”, prende spunto dal “Senseable City Lab” del Mit, il gruppo di ricerca diretto dallo stesso Ratti che esplora come le nuove tecnologie stanno cambiando il modo in cui noi intendiamo, progettiamo e infine viviamo le città.
Questo l’abstract:

“Il crescente utilizzo di sensori e dispositivi elettronici portatili ha portato ad un nuovo approccio nella ricerca del settore edile. Le città hanno subito un cambiamento radicale sia nel modo di come vengono vissute sia per gli strumenti attraverso i quali vengono progettate.”

Per informazioni, visita il sito.

Chi è Carlo Ratti

Carlo Ratti (Torino, 7 gennaio 1971) è un architetto italiano. Ratti si è laureato sia presso il Politecnico di Torino che presso l’Ecole Nationale des Ponts et Chaussées di Parigi. In seguito, ha ottenuto i titoli di MPhil e PhD dal Martin Centre dell’Università di Cambridge, UK. Nel 2000 si è trasferito al Massachusetts Institute of Technology (MIT) in qualità di Fulbright fellow, per lavorare con Hiroshi Ishii presso il MIT Media Lab. Inventore, docente e attivista, oltre che architetto e ingegnere, Ratti insegna presso il Massachusetts Institute of Technology di Boston, USA, dove dirige il MIT Senseable City Lab, un gruppo di ricerca che esplora come le nuove tecnologie stanno cambiando il modo in cui noi intendiamo, progettiamo e infine viviamo le città. È anche il socio fondatore dello studio internazionale di design Carlo Ratti Associati, nato a Torino nel 2004. Ratti è stato nominato come uno dei “50 designer più influenti d’America” dalla rivista Fast Company e segnalato da Wired Magazine nella Smart List “50 persone che cambieranno il mondo”. Blueprint Magazine lo ha incluso nella sua lista delle “25 persone che cambieranno l’architettura e il design”, Forbes lo ha incluso nella sua lista di nomi da conoscere “Names You Need To Know” nel 2011. Ratti presenta in tutto il mondo il concetto di “Smart Cities”. Due dei suoi progetti – il Digital Water Pavilion e la Copenaghen Wheel- sono stati inclusi da TIME Magazine nella lista delle “Best Inventions of the Year”.

Copyright © - Riproduzione riservata
Carlo Ratti e le sue ‘Senseable Cities’ a Klimahouse 2016 Architetto.info