Carte rivelatrici. I tesori nascosti della Collezione Peggy Guggenheim | Architetto.info

Carte rivelatrici. I tesori nascosti della Collezione Peggy Guggenheim

wpid-2369_pguggheneim.jpg
image_pdf

Al Lucca Center of Contemporary Art, nelle suggestive sale del cinquecentesco Palazzo Boccella, saranno esposte fino al 15 gennaio 2012 le opere su carta raccolte da Peggy Guggenheim, mecenate e collezionista, ma anche musa del mondo dell’arte del suo tempo. 

Nella sua galleria museo, inaugurata a New York nel 1942, esposero fra gli altri Pollock, Rothko, Hoffmann. Quando invece nel 1948 Peggy si stabilì a Venezia, la sua collezione trovò l’accoglienza benevola della Biennale. Nella laguna veneziana acquistò il Palazzo Venier dei Leoni sul Canal Grande e fu lì che aprì la collezione al pubblico. 

L’esposizione di Lucca presenta opere di Henry Moore, Kurt Schwitters, Jean Arp, Piet Mondrian, Vasily Kandinskij, Pablo Picasso, Max Ernst, Alexander Calder, Tancredi, Matta, Man Ray e una emozionante opera della figlia di Peggy, Pegeen Vail

La mostra è stata realizzata in collaborazione con la Peggy Guggenheim Collection di Venezia diretta da Philip Rylands. Alcune delle opere presenti furono esposte alla Biennale di Venezia del 1948, altre furono visibili in altre occasioni, mentre altre sono “rivelate” al pubblico per la prima volta.

Copyright © - Riproduzione riservata
Carte rivelatrici. I tesori nascosti della Collezione Peggy Guggenheim Architetto.info