Convegno di Architettura alpina contemporanea – colore e superficie | Architetto.info

Convegno di Architettura alpina contemporanea – colore e superficie

wpid-gamec.jpg
image_pdf

CONFERENZA DI PRESENTAZIONE del SETTIMO CONVEGNO DI ARCHITETTURA ALPINA CONTEMPORANEA – COLORE e SUPERFICIE
Mercoledì 25 Gennaio 2006, ore 18.00


GAMeC – SPAZIO PAROLAIMMAGINE
INGRESSO LIBERO

Mercoledì 25 gennaio 2006 alle ore 18.00 alla GAMeC verrà presentato al pubblico il 7° Convegno di Architettura Alpina Contemporanea in programma sabato 28 gennaio 2006 dalle 9.30 presso il Palazzetto dei Congressi di Bratto , Castione della Presolana (BG). Il Convegno è realizzato in collaborazione con: GAMeC , Archiforum , Sesto Cultura di Sesto Val Pusteria (BZ) e con il patrocinio dell’Assessorato alla Cultura della Provincia di Bergamo e dell’Ordine Ingegneri della Provincia di Bergamo.

Il convegno, ideato e curato dall’architetto Marco Tomasi e giunto alla settima edizione, si conferma come uno dei momenti più importanti di incontro e dibattito sul tema del costruire oggi in montagna ed ha l’obiettivo di promuovere una migliore qualità dell’architettura moderna in ambiente alpino mettendo a confronto le esperienze delle diverse aree alpine.
L’idea del convegno è nata nel 1999 in occasione degli studi per il primo piano regolatore di Castione della Presolana , nota località turistica delle montagne di Bergamo che ha vissuto dal 1950 al 1980, uno sviluppo edilizio di notevole qualità ma con rari esempi di qualità architettonica, qualità raggiungibile solo attraverso la conoscenza, il confronto, lo studio.

Il Convegno si è sempre, nelle varie edizioni, soffermato sulle aree dove il dibattito sull’architettura è più vivace, ha presentato i lavori dei protagonisti della nuova architettura alpina – Hermann Kaufman (Austria), Valerio Olgiati ( Zurigo ), Daniele Marquez (Lucerna), Jüngling e Hagmann ( Coira ), Dietrich Untertrifaller (Austria) e Walter Bieler (Svizzera), Walter Angonese (Bolzano) e Gunter Vogt ( Zurigo ) – ed ha ospitato un relatore che non fosse architetto (storico, antropologo, archeologo, fotografo, artista) nella convinzione dell’utilità dello scambio di esperienze ed idee tra discipline diverse. Proprio quest’ anno sarà presente un artista di Bolzano MANFRED ALOIS MAYR che propone interventi cromatici dove il colore non è decorazione ma materiale di costruzione con una corporeità espressa dalla sua estensione nello spazio, dalle trame, dalle diverse tecniche di stesura.
Al Convegno del 28 gennaio 2006 interverranno: Marco Tomasi , Christoph Mayr Fingerle, Manfred Alois Mayr , Gion A. Caminada , Arthur Rüegg , Reto Gadola , Enrico Camanni .

Architettura Alpina Contemporanea, 7° convegno – colore e superficie.
9,45    apertura – saluto delle autorità
10,15   introduzione di Marco Tomasi (Bergamo)
10,30   Christoph Mayr Fingerle (Bolzano) – costruire col colore
11.00   Manfred Alois Mayr (Bolzano) – il luogo del colore: ricerca e trasformazione
12.00   Gion A. Caminada ( Vrin CH) – superficie / senso / spirito
13.00   pausa
14.15   Arthur Ruegg ( Zurigo CH) – il colore del materiale e il colore del colore:
           Le Corbusier ed i protagonisti del movimento moderno
15.15   Reto Gadola ( Zurigo CH) – l’innocenza del calcestruzzo
16.15   Enrico Camanni (Torino) – la modernità nelle Alpi.
Dibattito e fine dei lavori.
19.30   Cena con i relatori , amministratori e personalità locali aperta ai partecipanti al
          convegno, previa iscrizione presso la segreteria
          (Erica Tomasoni 0346 60017 – [email protected] ).

Per informazioni sul Convegno:
arch. Marco Tomasi
via Diaz, 3
24128 Bergamo
tel. +39 035 256117
fax +39 035 4328324
e-mail [email protected]

GAMeC – Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea
via San Tomaso, 53
24121 Bergamo
tel. +39 035 399528
fax +39 035 236962
www.gamec.it

Copyright © - Riproduzione riservata
Convegno di Architettura alpina contemporanea – colore e superficie Architetto.info