Design Biennale Interieur 2010 | Architetto.info

Design Biennale Interieur 2010

wpid-1801_wwwInterieur.jpg
image_pdf

La 22a edizione di Interieur Biennale aprirà i battenti il 15 ottobre a Kortrijk Expo, in Belgio. Durerà dieci giorni, nei quali Interieur 2010 costituirà la piattaforma per eccellenza per presentare le ultime novità di oltre 250 espositori internazionali, giovani designer e nuovi talenti.

Il tema di quest’anno è “il nuovo mondo”, con l’obiettivo di illustrare e proporre alcuni aspetti del nuovo mondo, guardare oltre i confini nazionali e potere così abbracciare l’innovazione e il futuro.

Il giovane architetto giapponese Junya Ishigami sarà l’ospite d’onore. Per la prima volta nei suoi cinquant’anni di storia, Design Biennale ha scelto un ospite d’onore non europeo, ma asiatico. Si è trattato di una decisione consapevole, perché il futuro si definisce sempre più in Oriente. Le nuove generazioni di designer innovatori si stanno formando soprattutto in Cina, Corea del Sud e Taiwan, ma è il Giappone la fonte delle idee creative più all’avanguardia. Il progetto ‘PicNic’ che Ishigami ha realizzato per la biennale è straordinariamente unico e spiega il motivo per cui è stato soprannominato l’enfant prodige dell’architettura contemporanea.

Oltre alle mostre internazionali, è indispensabile la presenza dei grandi designer di domani. Il ‘Concorso di Design Interieur 2010’ e ‘theyoungdesignerfair’ sono due iniziative che creano la piattaforma ideale per presentare al pubblico nuovi prototipi e progetti avanzati di designer in erba. Una giuria internazionale esprimerà un giudizio critico in un concorso sul tema del Nuovo Mondo. A tale scopo non si limiterà a osservare la novità delle idee creative, ma anche la funzionalità, la tecnologia e la riproducibilità. Faranno parte della giuria alcuni designer e capitani d’industria, quali Giulio Cappellini, Nipa Doshi, Marcus Fairs, Pierre Keller e Lowie Vermeersch.

Per la quinta volta la Interieur Foundation, insieme alle riviste Weekend Knack e Weekend Le Vif/L’Express, ha scelto il Designer dell’Anno. Dopo Alain Berteau, Nedda El-Asmar, Stefan Schöning e Sylvain Willenz, è ora la volta di Bram Boo. In ottobre, i visitatori della biennale potranno scoprire la grande varietà della sua produzione.

Con la mostra “Voisins/Voisines – Nachbar/Nachbarin – Neighbours – Buurman/Buurvrouw” si vuole dimostrare che i paesi circostanti hanno fatto notevoli sforzi negli ultimi anni per ampliare la propria nozione di design. Il loro nuovo mondo considera i desideri della generazione di Internet.

L’aspetto ludico del design è messo da parte per lasciare spazio a buoni prodotti che assicurino durata, basso consumo di energia, nuovi materiali e un umorismo a loro vicino. Quattro curatori formatisi nel vasto campo del design forniscono la propria visione personale del design nei rispettivi paesi: Cédric Morriset per la Francia, Premsela, Piattaforma Olandese di Design e Moda per i Paesi Bassi, Petra Schmidt per la Germania e Michael Mariott per l’Inghilterra.

Copyright © - Riproduzione riservata
Design Biennale Interieur 2010 Architetto.info