FABBISOGNO DI ARCHITETTURA. | Architetto.info

FABBISOGNO DI ARCHITETTURA.

image_pdf

FABBISOGNO DI ARCHITETTURA. UN PROGETTO POLITICO DI CITTA’
20 giugno 2005 ore 14.30|Atrium|Piazza Solferino_Torino

Il progetto “Fabbisogno di architettura. Un progetto politico di città”, si pone l’obiettivo di rendere una prerogativa diffusa e un’esigenza irrinunciabile per la società contemporanea, la qualità dell’architettura, affinché questa possa assumere nel nostro paese un ruolo più attivo, a partire dalle esperienze collettive della rete, formata a questo scopo, di gruppi di ricerca che agiscono sul territorio nazionale (Torino, Milano, Genova, Bologna, Firenze, Roma, Napoli).

Quali strategie adottare per migliorare i modi consueti di operare?
Come interpretare in maniera insieme più profonda ma anche efficiente e proficua i nuovi bisogni della società e dell’ambiente?

Questo può avvenire attraverso una serie di azioni che possono essere riassunte in sei punti:

  • migliorare la comunicazione di buone pratiche di architettura attraverso i media (quotidiani, tv, stampa specializzata, web community);
  • aggiornare e formare professionalmente i funzionari pubblici che hanno il compito di approvare i progetti a livello locale;
  • sensibilizzare gli amministratori, i costruttori e i progettisti rispetto all’importanza e al valore culturale aggiunto della qualità architettonica;
  • introdurre materie specifiche sulla percezione dello spazio nei vari corsi di studio a partire dalle scuole elementari (laboratori didattici con tutor qualificati…);
  • animare il territorio attraverso eventi di promozione della cultura architettonica in relazione al contesto sociale e politico delle singole città (performance artistiche o altre iniziative, finalizzate a un’educazione sulla percezione spaziale e urbana…);
  • consultare/coinvolgere i produttori di architettura e gli utenti a cui questa è finalizzata;

Il ‘fabbisogno di architettura’, in sintesi, può essere declinato secondo molteplici definizioni: dalla costruzione di un manufatto che esprima la “qualità architettonica”, alla partecipazione dei cittadini ai processi decisionali; dall’educazione all’architettura nelle scuole agli eventi sul territorio per sviluppare una cultura architettonica contemporanea.

Costruire una cultura architettonica significa comunicare con i fruitori di architettura, ma anche confrontarsi con i media, siano essi i quotidiani o la stampa specializzata. Negli ultimi anni si è potuto registrare un nuovo segnale rispetto a un’inversione di tendenza: sono infatti alcuni inserti settimanali ad aver iniziato a dare spazio all’architettura (L’espresso, Io Donna, ‘D’ de la Repubblica , Casa Amica, Il Domenicale de Il Sole 24 Ore…), contribuendo così alla formazione e alla diffusione della cultura architettonica contemporanea.

L’architettura può ritornare a essere il volano dell’economia nazionale in quanto, attraverso un progetto politico di città, regione, stato, si può competere con le altre comunità internazionali.
La politica deve ritornare a governare il territorio ed esprimere un progetto politico lontano dalle logiche consumistiche del mercato, in funzione di una più equa distribuzione delle risorse creando uno sviluppo economico, sociale e culturale del paese.

Gli attori coinvolti nel processo devono assumersi una responsabilità politica delle azioni passate e future: dagli ordini professionali di architetti e ingegneri alle associazioni dei costruttori; dagli organi di governo agli quelli di stampa.
Nessuno può considerarsi neutrale. Solo attraverso l’unione di obiettivi comuni si potranno creare nuove condizioni del vivere contemporaneo migliori di quelle attuali.

Emanuele Piccardo

Lunedì 20 giugno 2005 ore 14.30 | Torino_Atrium, Piazza Solferino

Presentazione nazionale del progetto di ricerca con la partecipazione della rete creata da Archphoto:

Milano|Cantieri Isola

Torino|studioata+Daniela Ciaffi

Ivrea|Patrizia Bonifazio

Genova|Francesco Gastaldi

Bologna|Mario Cucinella+Nicola Desiderio

Firenze|Pino Brugellis+Giovanni Bartolozzi

Roma|altro_studio+Alessandro Lanzetta

Napoli|Fabrizia Ippolito+Peppe Maisto

ore 17.45-19 |confronto aperto tra la rete e la società civile, dibattito con interventi di:

Matteo Agnoletto, caporedattore “Parametro”
Riccardo Bedrone, Presidente Ordine Architetti PPC della provincia di Torino
Daniela Del Boca, economista ” La Voce ”
Luca Gibello, caporedattore “Il Giornale dell’Architettura”
Giorgio Gallesio, Presidente Collegio Costruttori Edili Torino
Massimo Ilardi, sociologo urbano
Carlo Ratti, Massachussets Institute of Technology_”Il Sole 24 Ore ”

Ulteriori aggiornamenti ed informazioni all’indirizzo http://www.archphoto.it/fabbisogno.htm

Copyright © - Riproduzione riservata
FABBISOGNO DI ARCHITETTURA. Architetto.info