Happy tech. Macchine dal volto umano | Architetto.info

Happy tech. Macchine dal volto umano

wpid-1978_hightech.jpg
image_pdf

Una mostra di arte e scienza, ideata e prodotta dalla Fondazione Marino Golinelli in partnership con la Fondazione La Triennale di Milano sarà al centro di Arte e Scienza in Piazza, manifestazione di diffusione della cultura scientifica organizzata dalla Fondazione Marino Golinelli in collaborazione con il Comune di Bologna.

L’evento, a cura di Giovanni Carrada e Cristiana Perrella con la collaborazione di Silvia Evangelisti, sarà ospitatato a Palazzo Re Enzo di Bologna, dal 3 al 13 febbraio 2011 e successivamente a Milano presso La Triennale–Bovisa dal 22 febbraio al 31 marzo 2011.

Happy Tech – Macchine dal Volto Umano si propone di esplorare il lato positivo del rapporto uomo-tecnologia attraverso le opere di artisti di fama internazionale come Bill Viola, Candida Höfer, Vik Muniz, Thomas Ruff, Tony Oursler, Alfredo Jaar, Cao Fei, Tony Cragg, Martino Gamper, Armin Linke, Marc Napier, Pipilotti Rist e Tom Sachs. Si tratta di opere ispirate a tecnologie “a misura d’uomo”, ovvero che estendono la nostra natura, permettono, abilitano, sviluppano e potenziano le caratteristiche, le capacità e le ispirazioni umane migliori.

Saranno affrontati i temi: Arte e tecnologia definiscono chi siamo; La tecnologia custode della cultura e della memoria; La creatività nell’arte e nella tecnologia; Conoscere; Comunicare; Avvicinare le culture; Macchine a somiglianza dell’uomo; I miti del buon tempo andato; L’appropriatezza delle tecnologie; Vivere insieme; La democratizzazione degli oggetti; Sostenibilità; L’immaginario delle tecnologie; Persone, tecnologie, reti; Reincantare il mondo; Mai prendere la tecnologia troppo sul serio. Ad ogni opera d’arte sarà affiancato un exhibit scientifico che consentirà di conoscere e provare una tecnologia legata al tema dell’opera.

Copyright © - Riproduzione riservata
Happy tech. Macchine dal volto umano Architetto.info