I maestri dell’architettura in un convegno internazionale promosso dal Gruppo FS sul futuro delle grandi stazioni italiane | Architetto.info

I maestri dell’architettura in un convegno internazionale promosso dal Gruppo FS sul futuro delle grandi stazioni italiane

image_pdf

I maestri dell’architettura in un convegno internazionale promosso dal Gruppo FS sul futuro delle grandi stazioni italiane
Milano, 18 aprile 2008

Il Gruppo Ferrovie dello Stato promuove a Milano un grande convegno internazionale di architettura  dedicato alle stazioni. Presenti alcuni dei grandi maestri dell’architettura (come Duthilleul, Desideri, D’Ascia, Eisenman, Fuksas, Nelson, Nouvel, Pelli e Stanghellini) che hanno firmato i progetti delle nuove stazioni AV e gli interventi di riqualificazione urbana. Il convegno “Nuove forme dell’architettura contemporanea per le città. Le stazioni e le aree di valore: aspetti urbanistici, architettonici, economici, sociologici”, si  terrà nei saloni dell’Hotel Le Meridien Gallia, Sala Rossini, – Piazza Duca D’Aosta 9, Milano, dalle ore 9,30.

Protagoniste del convegno le stazioni e gli interventi di riqualificazione urbanistica, nei quali si esprimono le nuove forme dell’architettura contemporanea per le città, confrontando le esperienze e le realizzazioni più avanzate compiute in Italia e all’estero.

Al convegno, intervengono alcuni dei più grandi maestri dell’architettura internazionale che hanno firmato i progetti delle nuove stazioni Alta Velocità e guidato i processi di ristrutturazione urbanistica  e di valorizzazione delle aree e degli immobili ferroviari.

L’Amministratore delegato delle Ferrovie dello Stato, Mauro Moretti, introduce i lavori del convegno, che si articola in due sessioni.
La sessione mattutina è dedicata ad esaminare gli aspetti architettonici, urbanistici, sociologici ed economici degli interventi di riqualificazione urbana legati alle stazioni ed a valutare l’evoluzione del ruolo delle stazioni e il rapporto sempre più articolato tra mobilità e città.
Nella sessione pomeridiana, è prevista anche una visita presso la stazione di Milano Centrale e la riconsegna alla città, nelle mani simboliche della prima cittadina Letizia Moratti,  delle prime aree ristrutturate della Stazione, interessata da un progetto di ristrutturazione e riqualificazione tra i più importanti e significativi portati avanti da Grandi Stazioni e dal Gruppo Ferrovie dello Stato.

Il tema delle stazioni è oggi centrale non solo nell’attività del Gruppo Ferrovie dello Stato, ma anche nell’interesse delle grandi correnti di architettura contemporanea, dei sociologi, degli urbanisti e degli economisti, perché le stazioni sono i nuovi luoghi di incontro tra città e territorio, epicentri di trasformazione urbana, motori di sviluppo economico e luoghi in grado di attrarre nuovi investimenti, di indurre processi di riqualificazione fisica e sociale: in una parola, la stazione torna ad essere uno dei simboli più evidenti della capacità di costruire il progresso e, nello stesso tempo, di lasciare tracce architettoniche destinate a durare nel tempo.

Le nuove stazioni dell’Alta Velocità rappresentano la testimonianza più evidente del significato dell’incontro tra le necessità di sviluppo del sistema ferroviario e la grande architettura. Tutti i progetti sono stati selezionati attraverso un concorso internazionale, cui hanno partecipato i più importanti studi di architettura mondiali.

Programma

ORE 9.30 Saluti ed introduzione
Mauro Moretti – Amministratore Delegato Ferrovie dello Stato
Flavio Albanese – Direttore Domus, curatore del convegno

ORE 10.00 – 11.00
Tavola rotonda: aspetti sociologici, aspetti urbanistici e aspetti economici
modera Flavio Albanese
– identità dei luoghi
– trasformazione degli usi
– presenza di nuovi servizi e funzioni urbane
– luoghi della contemporaneità
– spazi attrattivi per la vita associata
– esperienze ed esempi
– i luoghi della mobilità e dell’interscambio
– l’incremento dei traffici
– le nuove polarità direzionali-ricettive-commerciali
– i nuovi servizi per la città
– il rapporto con gli strumenti urbanistici
– esperienze ed esempi
– il processo di valorizzazione delle aree e degli immobili
– esperienze ed esempi
(Paolo Crepet, Jean Marie Duthilleul, Gualtiero Tamburini, Stefano Stanghellini)

ORE 11.00 – 13.00
aspetti architettonici
modera Mauro Mazza
– il rapporto città storica e tessuto consolidato con le nuove forme-funzioni dell’architettura contemporanea
– equilibrio tra conservazione e innovazione
– edifici alti e tessuto edilizio pre-esistente
– esperienze ed esempi
Massimiliano Fuksas, Jean Nouvel
– le stazioni ed il contesto urbano circostante; le aree ferroviarie dimesse. Esperienze ed esempi
Paolo Desideri, Silvio D’Ascia, Cesar Pelli, David Nelson

Ore 13.00 – 14.00 – light lunch

ORE 14.00 – 15.00
aspetti amministrativi e istituzionali
modera Giancarlo Santalmassi
– esperienze ed esempi esteri
Klaus Wowereit – Sindaco Berlino,
Willy Demeyer – Sindaco Liegi
– esperienze ed esempi italiani
Sergio Cofferati – Sindaco di Bologna

ORE 15.30 – 16.30
visita di alcune aree ristrutturate della Stazione Centrale
– le opere ultimate e quelle in corso di realizzazione
Letizia Moratti – Sindaco di Milano

Per altre informazioni, consultare i seguenti siti web:
http://www.awn.it
http://www.ferroviedellostato.it

Copyright © - Riproduzione riservata
I maestri dell’architettura in un convegno internazionale promosso dal Gruppo FS sul futuro delle grandi stazioni italiane Architetto.info