Inarsind: i liberi professionisti a confronto con la riforma | Architetto.info

Inarsind: i liberi professionisti a confronto con la riforma

wpid-2882_inarsind.jpg
image_pdf

La riforma degli ordinamenti professionali contenuta nel Dpr 137/2012 non ha risposto a quanto i liberi professionisti architetti e ingegneri si attendevano, di fatto non molto è cambiato e molto è rimasto ancora da definire. Per questo motivo Inarsind ritiene opportuno un confronto con chi ora dovrà rendere operativi alcuni punti cruciali della riforma quali il tirocinio e la formazione continua. Il sindacato nazionale di ingegneri e architetti organizza quindi, in occasione di Made Expo, un confronto sui punti cruciali della riforma delle professioni, quali il tirocinio e la formazione continua.

Secondo Inarsind, la riforma introduce nuovi oneri e nuovi costi (assicurazione obbligatoria, formazione, tirocinio) senza introdurre alcun vantaggio per i liberi professionisti che stanno vivendo, a causa della grave crisi economica in cui versa il paese, uno dei momenti più bui del loro percorso professionale.

I combinati effetti della riforma e della crisi economica mettono, oggi, seriamente a rischio di sopravvivenza l’attività dei liberi professionisti e, domani, la loro pensione strettamente collegata ai loro redditi ormai in continuo calo negli ultimi tre anni.

I professionisti da parte loro debbono studiare nuove forme di aggregazione, possibilmente multidisciplinare, per affrontare percorsi virtuosi rivolti all’innovazione e all’internazionalizzazione. Devono imparare a comunicare e a operare strategicamente per competere su un mercato sempre più competitivo possibilmente sfruttando le sinergie ottenute dall’unione delle singole eccellenze.

Ecco perché è importante contribuire a far avere a tutti gli attori della professione un quadro completo degli aspetti che influenzano l’operato del libero professionista, per riuscire a garantire da un lato la qualità delle prestazioni e la giusta professionalità alla committenza e, dall’altro, il lavoro e l’equo compenso ai liberi professionisti.

Nell’ambito della giornata si terrà una tavola rotonda, condotta dal giornalista di Italia Oggi Ignazio Marino, a cui parteciperanno:

Arch. Leopoldo Freyere – Presidente Consiglio Nazionale Architetti

Ing. Francesco Galluccio – Presidente Confedertecnica

Ing. Salvo Garofalo – Presidente Inarsind

Arch. Paola Muratorio – Presidente Inarcassa

Dott. Gaetano Stella – Presidente Confprofessioni

Ing. Armando Zambrano – Presidente Consiglio Nazionale Ingegneri.

Inoltre sono previsti dei working group su vari temi:

Crisi economica e professione

Contratti di incarico per le prestazioni professionali

Formazione obbligatoria

Organizzazione e gestione delle strutture professionali

Partita Iva: Flessibilità o sfruttamento?

Sono previsti gli interventi di:

Arch. Alessandro Cinelli – Presidente Inarsind di Arezzo

Ing. Michela Diracca – Segretario Inarsind

Ing. Paolo Facchini – Presidente Lombardini22 Design Thinking Milano

Arch. Massimo Pica Ciamarra

Ing. Sergio Ponticelli – Presidente Inarsind Milano

Ing. Roberto Rezzola – Tesoriere Inarsind

Arch. Paola Ricciardi – Movimento IVA sei partita

Ing. Carmelo Russo – Presidente Inarsind Catania

Ing. Maurizio Wiesel – Consigliere Inarsind.

Il biglietto per l’ingresso gratuito al convegno e alla fiera può essere richiesto all’indirizzo di posta elettronica [email protected].

Scarica il programma completo

O.O.

Copyright © - Riproduzione riservata
Inarsind: i liberi professionisti a confronto con la riforma Architetto.info