Josef Albers a Modena | Architetto.info

Josef Albers a Modena

wpid-2403_bigjosefalbers.jpg
image_pdf

Una retrospettiva dedicata a Josef Albers e curata dal Direttore della Galleria Civica di Modena Marco Pierini, sarà in mostra fino all’8 gennaio.

179 opere tra vetri, dipinti, foto, mobili e oggetti di design: è la mostra più ampia mai organizzata in Italia e intende ricostruire il percorso dell’artista in tutte le sue fasi salienti, dagli anni del Bauhaus di Weimar, di Dessau e di Berlino a quelli del Black Mountain College, della Yale University, a quelli, infine, nei quali – lasciato l’insegnamento – si dedicò esclusivamente alla pittura.

Del periodo del Bauhaus, la straordinaria scuola fondata da Walter Gropius di cui Albers è stato prima allievo e poi ininterrottamente docente fino alla chiusura, sono esposte 12 opere in vetro realizzate dal 1921 al 1932, 29 fotografie e photocollage, una piccola selezione di xilografie e di gouache e alcuni mobili.

Sono infine esposte anche le sette copertine di dischi disegnate per la Command Records, la casa discografica fondata dal violinista e ingegnere del suono Enoch Light con l’innovativa confezione apribile (“gatefold sleeve”), la cui invenzione si deve proprio alla collaborazione fra Josef Albers e Enoch Light.

A.U.

Copyright © - Riproduzione riservata
Josef Albers a Modena Architetto.info