La creatività italiana al London Festival of Architecture 2008. | Architetto.info

La creatività italiana al London Festival of Architecture 2008.

image_pdf

La creatività italiana al
London Festival of Architecture 2008

Terza edizione per il London Festival of Architecture 2008 (LFA2008), che si preannuncia come uno dei più importanti festival internazionali dedicati all’architettura e all’edilizia. Dal 20 giugno al 20 luglio 2008, vi parteciperanno i principali protagonisti della scena dell’architettura londinese e sarà un’occasione per vedere riuniti il patrimonio storico e l’architettura contemporanea della capitale britannica.

Denominato in origine “Biennale di Architettura di Londra”, l’evento ha mutato il suo nome in “Festival” grazie al grande interesse ed all’ampia partecipazione del pubblico all’evento.
Sotto il tema “FRESH! – fresh thinking, fresh talent, fresh approach, fresh air and fresh food”, per l’edizione 2008 del Festival, si potrà assistere a Londra, nell’arco di quattro settimane, a centinaia di eventi tra mostre, performance, installazioni, incontri, dibattiti, laboratori, percorsi, concerti, letture, articolati intorno a cinque punti nevralgici della città, collegati tra loro da un battello sul Tamigi e da percorsi ciclabili: Kensington, Chelsea e Knightsbridge; Canary Wharf, Stratford e Thames Gateway; King’s Cross, Bloomsbury, Fitzrovia e Covent Garden; Southwark e la South Bank; Clerkenwell e la City.

L’Italia partecipa per la prima volta al Festival con il progetto “Sustainab.Italy – Energies for Italian Architecture”, promosso e coordinato dal Ministero per i beni e le attività culturali (PARC – Direzione generale per la qualità e la tutela del paesaggio, l’architettura e l’arte contemporanee, direttore Carla Di Francesco), in collaborazione con Il Ministero degli Affari Esteri (Direzione generale per la promozione e la cooperazione culturale, direttore Gherardo La Francesca) e l’Istituto italiano di cultura di Londra. In seno a tale progetto, gli architetti italiani sono stati invitati a confrontarsi sul tema più che mai attuale della sostenibilità e presentare le proprie idee (entro lo scorso 7 marzo). Sono 41 i progetti sostenibili selezionati tra i 174 pervenuti. Rappresenteranno l’Italia al Festival londinese, attraverso una mostra, un video, incontri, dibattiti e altri eventi collaterali.

I curatori hanno selezionato quelli che sono stati presentati da giovani architetti provenienti da tutta Italia: 25 di questi sono già stati realizzati, 7 sono in corso di realizzazione e gli altri sono in avanzato stato di progettazione o recenti vincitori di concorsi. Si tratta di opere localizzate lungo tutto il territorio nazionale, con la felice constatazione che alcuni lavori di giovani autori italiani cominciano ad essere realizzati anche all’estero (in Portogallo, in Burkina Faso, a San Paolo del Brasile, a Shangai e, da New York, un progetto per Pechino), a testimonianza di come la “creatività sostenibile” tutta italiana trovi spazio anche fuori dei confini nazionali.

Per altre informazioni, consultare il sito http://www.lfa2008.org

Copyright © - Riproduzione riservata
La creatività italiana al London Festival of Architecture 2008. Architetto.info