La Fiera Legno&Edilizia si è conclusa con un bilancio più che positivo | Architetto.info

La Fiera Legno&Edilizia si è conclusa con un bilancio più che positivo

Conclusasi il 12 febbraio a Verona, la fiera per il comparto legno ha accolto 20.500 visitatori, il 15% in più del 2015, presentando numerose anteprime e novità dal mondo delle costruzioni

Legno_Edilizia_foto
image_pdf

Con 20.500 visitatori, il 15% in più della scorsa edizione del 2015, alla Fiera di Verona si è chiusa sabato 12 febbraio la 10^ Legno&Edilizia, mostra internazionale sull’impiego del legno nell’edilizia che dal 9 al 12 febbraio ha visto oltre 2.400 partecipanti ai 5 convegni, 26 seminari, 6 laboratori e 3 incontri con progettisti organizzati in collaborazione con il partner tecnico ARCA di Trento e col prof. Franco Laner dello IUAV, uno dei massimi esperti italiani delle costruzioni in legno: incontri che hanno messo a confronto le esperienze di docenti di primo piano come Felice Ragazzo professore a contratto di Disegno Industriale alla Sapienza di Roma ed Enzo Siviero preside dell’Università telematica eCampus.

“A professionisti del settore e privati l’esposizione merceologica su 25.000 mq curata da 153 aziende di 13 Paesi (Austria, Belgio, Croazia, Germania, Grecia, Hong Kong, Irlanda, Italia, Norvegia, Repubblica Ceca, Romania, Russia, Svizzera) ha permesso di avvicinare le più interessanti novità del mercato mondiale, anche perché tra gli espositori c’era il gotha della produzione suddivisa nei macro settori infissi, tetti e coperture, pavimenti cui si è aggiunta la speciale iniziativa Riscaldamento a legna e pellet – spiega il direttore Piemmeti SpA, Raul Barbieri ”.

“Grande la soddisfazione espressa dalle aziende per i contatti presi in questa edizione, prova della vitalità del settore delle costruzioni edili in legno cresciuto con oltre 3.000 nuovi edifici nel 2014 – commenta Ado Rebuli, presidente Piemmeti SpA – tale da proiettare l’Italia al quarto posto in Europa tra i produttori di case prefabbricate in legno (8,4% del mercato dopo Germania, Gran Bretagna e Svezia) con un valore economico di 658 milioni di euro per il solo residenziale. Un segnale che indica come il legno sia sempre più preferito dagli italiani per le sue caratteristiche di salubrità, comfort, sicurezza e sostenibilità”.

“La grande affluenza in Fiera di progettisti e privati anche dal centro sud Italia – dice Matteo Mores, responsabile ARCA – genera buone aspettative per il business dei prossimi mesi”.

Tra gli espositori anche la Scuola italiana di carpenteria del legno del Centro di formazione professionale Enaip di Tione (Tn) i cui studenti hanno effettuato dimostrazioni pratiche e presentato ufficialmente il Prototipo di modulo abitativo per emergenze. A proposito di anteprime il gruppo di esperti che in novembre ha dato vita al Gruppo Qualità Legno ne ha presentato il Manifesto, mentre Potito Pedone, direttore tecnico della Woodsystem International srl di Moncalieri (To), ha illustrato il suo innovativo sistema di connessioni P-Lam per pareti in legno.

La decima edizione è stata anche occasione per dare un riconoscimento agli espositori presenti fin dal primo momento: Adveco di Brescia, l’austriaca Binderholz, le tedesche Dietrich’s e Hans Hundegger, l’Istituto Lazzeri Zennari di Vicenza e la rivista Il Legno.

Il prossimo appuntamento con Legno&Edilizia sarà dal 22 al 25 novembre 2018.

Copyright © - Riproduzione riservata
La Fiera Legno&Edilizia si è conclusa con un bilancio più che positivo Architetto.info