L'architettura e il paesaggio italiano: l'Eni in mostra a Venezia | Architetto.info

L’architettura e il paesaggio italiano: l’Eni in mostra a Venezia

wpid-3414_eniWAY.jpg
image_pdf

S’inaugura il 18 marzo la mostra Eniway, Architettura, arte, città”, organizzata dalla Scuola di Dottorato e l’Archivio Progetti dell’Università Iuav di Venezia. L’Ateneo veneziano del Progetto, che nei suoi archivi custodisce una cospicua parte di materiali su progetti e realizzazioni e che tra i propri docenti e ricercatori annovera studiosi di progetti, architetti e artisti della costellazione Eni,ripercorre le tappe di un percorso che durante il Novecento ha trasformato il nostro Paese, dando inizio al processo di costruzione dell’identità moderna nazionale.

Saranno lo spazio espositivo “Gino Valle” e l’Archivio Progetti ad ospitare l’esposizione che si articolerà in due sezioni: la prima riguarderà le architetture Eni per le infrastrutture ed esporrà i disegni originali di motel e aree di servizio, nel primo spazio. La seconda sezione s’incentrerà sui nuovi insediamenti Eni e sarà allestita nell’area espositiva dell’Archivio Progetti. Fino al 3 aprile prossimo saranno esposti i disegni originali degli architetti Mario Bacciocchi, Marco Bacigalupo e Ugo Ratti, Costantino Dardi, Eugenio Miozzi, Marcello Nizzoli, Edoardo Gellner e le fotografie di Giorgio Casali.

In apertura della mostra, una giornata di studi al Cotonificio Veneziano per mettere a fuoco l’approccio complesso e non omologante dell’azienda di stato nei confronti di territori e contesti. Approccio reso possibile anche  attraverso la scelta dei propri architetti e artisti. Così se il convegno, attraverso i titoli delle sue sessioni “La via italiana alla modernizzazione del territorio: dall’Agip all’Eni” e “L’Eni dopo Mattei”, prende spunto da una ricostruzione cronologica degli eventi strettamente connessa alle vicende dell’azienda di Stato per dar corpo e coerenza alla polifonia di interventi prevista, la mostra, nelle due sezioni intitolate Infrastrutture e Insediamenti, privilegia un’esposizione per tipologie d’interventi lungo lo stivale, per narrare il succedersi e sovrapporsi di progetti e realizzazioni della galassia Eni.

Il convegno e la mostra incrociano letture e materiali noti e altri del tutto inediti. Preziosa per il reperimento del corpus di materiali esposti è stata la collaborazione con l’Archivio Storico dell’Eni, con lo Csac di Parma e con l’Accademia di San Luca.

Copyright © - Riproduzione riservata
L’architettura e il paesaggio italiano: l’Eni in mostra a Venezia Architetto.info