L'architettura simbolica di Daniel Libeskind | Architetto.info

L'architettura simbolica di Daniel Libeskind

wpid-1699_evento.jpg
image_pdf

Aperta al pubblico dal 7 luglio all’8 agosto la mostra THE BERLIN JEWISH MU-SEUM di Patrizia Della Porta e Daniel Libeskind.  
La mostra, a cura di Sabrina Raffaghello e Roberto Mutti, rimarrà in corso fino all’8 agosto e sarà ospitata nell’elegante cornice di Palazzo del Monferrato ad Alessandria, proponendo un percorso attraverso le fotografie di Patrizia Della Porta che illustra i volumi di Daniel Libeskind in assoluta simmetria con l’ideale di recupero della memoria attraverso la composizione delle forme.  
La mostra di Patrizia della Porta e Daniel Libeskind ci mostra l’altra faccia dell’architettura, quella simbolica, quella delle idee. Non a caso le fotografie di Patrizia della Porta raccontano in modo così intimo, così spirituale lo spazio fisico di un museo innovativo dove il contenitore si fonde e si raffronta al contenuto.  
Diversi sono i punti di contatto di questi due geniali personaggi.  
Daniel Libeskind racconta la genesi del suo progetto marcando l’attenzione sulla dimensione concettuale e spirituale dello spazio.  
La memoria dell’olocausto ritorna ora lieve ora preminente attraverso tagli di luce che fendono.  
Ecco allora che l’aspetto ideale sembra essere primario rispetto a quello progettuale, lo spazio fisico è tale perché frutto di uno spazio universale.  
Le foto di Patrizia della Porta ci aprono a una dimensione nuova, quella del tutto e del niente, dimensione che bene illustra la profonda emozione fisica che lo spazio del Museo Ebraico di Daniel Libeskind a Berlino provoca sul visitatore.  
 
THE BERLIN JEWISH MU-SEUM  
7 luglio – 8 agosto 2010  
Palazzo Monferrato, Alessandria 

Copyright © - Riproduzione riservata
L'architettura simbolica di Daniel Libeskind Architetto.info