L'universo scultoreo di Fausto Melotti | Architetto.info

L’universo scultoreo di Fausto Melotti

wpid-2516_.jpg
image_pdf

Fino al 9 aprile sarà esposta al museo Madre di Napoli una mostra dedicata Fausto Melotti (Rovereto 1901 – Milano 1986), organizzata in collaborazione con l’Archivio Fausto Melotti.

Più di 200 opere dell’artista considerato una delle figure chiave della plastica del Novecento al pari di alcuni suoi celebri colleghi come Alberto Giacometti, Lucio Fontana, Louise Bourgeois e a loro pari riconosciuto sia a livello nazionale che internazionale. Le sue prime opere risalgono agli anni Trenta e Quaranta del Novecento e fin dagli inizi si è contraddistinto per essersi posto in prima linea nel rinnovamento e nello sviluppo del linguaggio plastico e materico.

Le opere in esposizione al Madre ben raccontano il salto, mai casuale, da un percorso stilistico ad un altro. E’ possibile ammirare i gessi degli anni Trenta, ad esempio Scultura n.11, caratterizzata da una forma astratta e piacevolmente decorativa ma ben collocata nello spazio attraverso un gioco di volumi e prospettive e ancora pertinente al mondo delle cose visibili, quasi un pezzo di design.

Copyright © - Riproduzione riservata
L’universo scultoreo di Fausto Melotti Architetto.info