MARIO CUCINELLA ARCHITECTS | Architetto.info

MARIO CUCINELLA ARCHITECTS

image_pdf
MARIO CUCINELLA ARCHITECTS
Mostra – Evento
Torino, dal 9 al 28 maggio 2008

S’inaugura il prossimo 9 maggio alle ore 18,00 alla Cavallerizza Maneggio Chiablese, via Verdi n.9 l’esposizione dal titolo “Energia dell’Architettura” il cui scopo non è soltanto quello di mostrare alcuni progetti, ma quello di spiegare il processo di una progettazione sostenibile. Per questo, nel corso di ventiquattro ore ininterrotte, verranno disposte diverse oasi ideali che offriranno l’opportunità di uno scambio di idee sull’evoluzione dell’ambiente in cui viviamo.
Le contaminazioni e il confronto dei punti di vista di sociologia, di discipline legate all’ambiente e al paesaggio, ma anche di comunicazione, arte, musica, didattica e cucina, confluiranno in un unico ecosistema nel quale tentare di tracciare una linea nuova per il costruire.

L’evento è organizzato dallo studio MCA di Bologna e dalla Casa delle Arti e dell’Architettura – CASARTARC – di Settimo Torinese, con il contributo della Città di Torino e della Regione Piemonte. La mostra fa parte del calendario di Torino 2008 World Design Capital.

Lo scopo della mostra è di illustrare la complessità della disciplina architettonica. L’architettura costruisce nuovi paesaggi, che nascono dai precedenti, alterandoli. Incide sugli aspetti economici di un territorio, modificandoli, aumentandone le potenzialità o – talvolta – azzerandole. Modifica e determina rapporti umani e sociali, anche qui, talvolta positivamente, altre volte con gravi conseguenze.
In tutti i casi, oggi, l’architettura rovescia i suoi effetti su uno scacchiere vasto e importante. Ma non solo: l’architettura attinge da scienze e discipline apparentemente molto distanti. Dalla fisica dell’energia, alla matematica, alla geologia, allo studio dei materiali più vari.

Altro obiettivo della mostra è quello di prefigurare ciò che sarà il nostro ambiente costruito di domani e quale sarà il contributo dell’architettura nella costruzione nella modificazione dei rapporti sociali. Prefigurare quale sarà l’apporto dell’architettura di domani al tema dell’energia, non solo come risparmio, ma come opportunità produttiva. Illustrare ciò che l’architettura sta già rappresentando, nel bene e nel male: un intreccio strettissimo con l’ambiente, con le tecnologie e con i materiali, ma anche con la musica, con la letteratura, con l’insegnamento, con l’arte visiva, con l’informatica e con l’economia.

Per l’allestimento, la scelta è caduta, avvantaggiata dalla vastità dello spazio offerto dalla Cavallerizza, sull’organizzazione di uno spazio simile a una Second life virtuale. L’idea è quella di creare una grande grotta dove il pubblico potrà aggirarsi avvolto da immagini. Un ambiente che consenta l’interazione di performance digitali ed esposizioni materiali – quelle dei modelli architettonici – dove sussista una fluidità tra materia fisica e materia digitale proiettata. Immagini, suoni e voci racconteranno l’esperienza del complesso “insieme progetto”. Si tratterà di blocchi narrativi, autosufficienti, che descrivono i diversi aspetti della progettazione sostenibile, dell’uso e della produzione di energia, dell’inserimento di un progetto in un contesto specifico, privilegiandone gli aspetti etici e sociali.

Un nuovo modo di comunicare: ventiquattrore oltre l’architettura
Costituisce l’evento inaugurale della Mostra e si svolge tra il 9 ed il 10 maggio. Si configura come luogo – finestra temporale – per iniziative, incontri, produzione e circolazione di saperi. Lo scopo è quello di illustrare un’architettura capace di andare al di là di se stessa e che attinge le proprie ragioni da categorie apparentemente lontane, ma legate dal filo del benessere ambientale e sociale. Per questo, nel corso di ventiquattro ore, vengono disposte diverse oasi ideali che offrono l’opportunità di uno scambio di idee sull’evoluzione dell’ambiente in cui viviamo.
Le contaminazioni e il confronto dei punti di vista di sociologia, di discipline legate all’ambiente e al paesaggio, ma anche di comunicazione, arte, musica e didattica, confluiscono in un unico ecosistema nel quale tentare di tracciare una linea nuova per il costruire.
Nel corso della Ventiquattrore vengono trattati temi come: housing/sociologia; musica; paesaggio; design e ambiente; economia e territorio; architettura; comunicazione; il costruire; arte visiva e arte pubblica; educazione; cucina.
Il video delle 24 ore verrà presentato al Congresso XXIII UIA 2008, incontro internazionale di architettura.

Programma degli eventi:

Inaugurazione 9 maggio, ore 18.00
Orario mostra: h14.00 – h20.00 escluso il lunedì – INGRESSO GRATUITO

Evento 24h 09 maggio 2008 – h09.00 – h02.00
con accredito 10 maggio 2008 – h09.00 – h16.00
all’[email protected]

Convegno 09 maggio 2008 – h10.00 – h16.00
con accredito

Copyright © - Riproduzione riservata
MARIO CUCINELLA ARCHITECTS Architetto.info