Miro'! Poesia e luce | Architetto.info

Miro’! Poesia e luce

wpid-2609_miro.jpg
image_pdf

Oltre 80 lavori inediti fanno parte della prima mostra completa su Mirò da molti anni a questa parte, candidata a essere uno dei più importanti eventi culturali della primavera romana 2012. La mostra “Miró! Poesia e luce”, che apre i battenti il 16 marzo 2012 presso il Chiostro del Bramante, è prodotta e organizzata da Arthemisia Group e 24 ORE Cultura – Gruppo 24 ORE, con DART Chiostro del Bramante, e realizzata grazie alla collaborazione della Fundació Pilar i Joan Miró di Palma di Mallorca, che detiene gran parte del patrimonio dell’artista e che ha concesso in via del tutto straordinaria le sue opere per un’anteprima italiana.

La curatrice dell’esposizione è María Luisa Lax Cacho, ritenuta la massima esperta a livello internazionale dell’opera di Miró. La mostra darà conto dell’intera produzione artistica di Miró, nato nel 1893, tra gli anni 1908-1981. Un particolare approfondimento sarà rivolto alle opere create nei trent’anni in cui Miró visse a Mallorca, dal 1956 fino alla morte avvenuta nel 1983. Un periodo particolarmente felice per l’artista, che finalmente aveva a sua disposizione un grande atelier e un laboratorio, a contatto con la natura, sua musa ispiratrice, dove dà vita a nuove idee e inizia contemporaneamente più opere.

Interessante anche il tentativo di ricreare integralmente negli spazi espositivi della mostra lo studio in cui Miró produsse i suoi capolavori. Si potranno così vedere anche tutti gli oggetti, i pennelli e gli strumenti originali che l’artista usava e che si sono conservati grazie all’attività della Fondazione.

Tra le opere più celebri esposte, anche gli olii Femme dans la rue (1973) e Untitled (1978); i bronzi come Femme (1967); gli schizzi tra cui quello per la decorazione murale per la Harkness Commons-Harvard University, tutti provenienti dalla collezione di Palma di Maiorca.

V.R.

Copyright © - Riproduzione riservata
Miro’! Poesia e luce Architetto.info