PAESAGGI SENSIBILI architettura e nuove tecnologie master di architettura digitale II edizione 12 dicembre 2005 | Architetto.info

PAESAGGI SENSIBILI architettura e nuove tecnologie master di architettura digitale II edizione 12 dicembre 2005

image_pdf

PAESAGGI SENSIBILI
architettura e nuove tecnologie 
master di architettura digitale II edizione

12 dicembre 2005

in collaborazione con

DARC

Direzione Generale per l’Architettura e l’Arte Contemporanee

con il patrocinio di

CONSIGLIO NAZIONALE ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E  CONSERVATORI

CONSIGLIO NAZIONALE INGEGNERI

ISES ITALIA

ORDINE DEGLI ARCHITETTI PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DI ROMA E PROVINCIA

con il supporto di

BTICINO

ABITARE e COSTRUIRE

ARCH’ IT


 bando in pdf 
 prenotazione 
 premio BTicino 
 curricula docenti

 

Il tema

Come ripensare la materia tradizionalmente inerte del costruito attribuendole la capacità di interagire tanto con l’uomo quanto con l’ambiente? Come ripensare la natura dell’edificio architettonico per renderla tanto partecipe dell’esistenza del nuovo spazio virtuale delle informazioni quanto sensibile a quelle sollecitazioni fisico ambientali dalle quali oggi l’architettura potrebbe trarre l’energia necessaria al proprio metabolismo?

A partire da queste domande, il master si propone di esplorare le potenzialità generate dall’incontro tra architettura e nuove tecnologie proponendo un approccio integrato alla questione energetico ambientale e a quella dell’ intelligenza distribuita .

Infatti, da un lato la diffusione sempre più capillare della tecnologia digitale in ogni oggetto e contesto della vita quotidiana (intelligenza o informatica distribuita) sollecita la domanda di una nuova figura di progettista in grado di dar forma non soltanto ad oggetti e spazi tradizionali ma ad oggetti e spazi che interagiscano con noi (che reagiscano alla nostra azione) e permettano la nostra interazione (indiretta perché mediata dal computer e altre tecnologie) con altre persone. Parallelamente, nuovi materiali e tecnologie (tecnologie per l’ autoproduzione energetica, materiali biodegradabili, riciclabili etc.) sollecitano la domanda di una figura di progettista in grado di dare nuova forma all’interazione tra paesaggio costruito e ambiente naturale globale , in grado cioè di progettare spazi, edifici e città ecologicamente e socialmente sostenibili.

Eco design ed interaction design , come ricerca di soluzioni abitative più favorevoli all’ecologia globale ed al comfort individuale, convergono dunque nel master come settori di punta della ricerca progettuale in un mondo che, attraverso l’intermediazione digitale, sperimenta nuove forme di continuità tra naturale e artificiale, reale e virtuale.

La Metodologia

Il master è organizzato in moduli didattici finalizzati all’insegnamento di competenze specifiche ma orientate verso l’elaborazione di un unico tema di progetto, oggetto di un modulo didattico interdisciplinare. In questo modo, sia le problematiche teoriche che le tecnologie analizzate, convergono verso un comune orizzonte di sperimentazione pratica. A partire dalla convinzione che il miglior approccio alla ricerca di soluzioni e pratiche innovative sia quello del superamento tanto delle barriere interdisciplinari quanto delle gerarchie disciplinari, il master è l’occasione per la creazione di un laboratorio che mette insieme esperti e giovani ricercatori, architetti, artisti, ingegneri, costruttori e teorici dei media.

Il Laboratorio

Le problematiche teoriche sopra descritte verranno affrontate attraverso uno specifico caso di progetto nel “Laboratorio di sintesi: dal modello al cantiere, al progetto” . A partire da un punto di osservazione privilegiato sul progetto e sul cantiere di una delle più importanti opere di architettura attualmente in costruzione in Italia, il MAXXI , il nuovo museo d’arte contemporanea progettato da Zaha Hadid , il lavoro procederà dallo studio del progetto all’elaborazione di una ipotesi di sistemazione degli spazi esterni del museo .

Obiettivi Formativi

Obiettivo primario del master è fornire nuovi strumenti teorici e pratici per un approccio integrato alla progettazione, dove il dialogo tra architettura e tecnologia sia alla base di una chiara visione dello spazio costruito come nuovo elemento di interfaccia tra materia e informazione, tra corpo e luogo, locale e globale. Ovvero , formazione di progettisti con competenze in:

progettazione di spazi interattivi;

progettazione di spazi pubblici per la comunicazione;

sistemi di allestimento e installazioni multimediali;

domotica ;

progettazione e verifica di impianti di autoproduzione energetica;

valutazione di impatto ambientale;

riqualificazione ambientale

Requisiti di ammissione

L’accesso al Master è riservato a studenti in possesso di Laurea in Architettura, Ingegneria o di diplomi equivalenti. Possono essere presi in considerazione anche titoli o lauree di diverso tipo o indirizzo purché venga mostrato un particolare interesse culturale-professionale affine agli obiettivi del corso. Verranno ammessi un massimo di 20 studenti selezionati sulla base del curriculum. Il master si avvierà con un minimo di 12 studenti. Gli interessati dovranno far pervenire, entro e non oltre lunedì 24 ottobre 2005 (termine prorogato al 22 novembre) , domanda di iscrizione corredata di curriculum.

Sono requisiti tecnici per l’ammissione al master :

Buona conoscenza di almeno un software per l’elaborazione di immagini digitali.

Conoscenza di base di almeno un software per la modellazione parametrica ( AutoCAD , Architectural Desktop, ArchiCAD , Allplan FT, 3D Studio MAX, MAYA, etc. )

La conoscenza dei software dovrà essere chiaramente indicata nel curriculum.

Sede ed organizzazione

Le attività didattiche iniziano lunedì 7 novembre 2005 (termine prorogato al 12 dicembre) per concludersi entro maggio 2006 (termine prorogato a giugno 2006). Il percorso formativo prevede un totale di 1200 ore, di cui 316 ore di didattica frontale, 50 di compresenze di più docenti ed il resto di esercitazioni pratiche di laboratorio e attività di apprendimento.  Tutte le attività didattiche hanno luogo presso le sede dell’Istituto Nazionale di Architettura-IN /ARCH in Roma; il luogo e l’orario dei Seminari sarà comunicato di volta in volta. Ogni studente ha a disposizione un PC di esclusivo utilizzo; nei limiti delle disponibilità dell’aula potrà usufruirne, per le esercitazioni, anche al di fuori dell’orario di lezione.

Frequenza

La frequenza è obbligatoria. Ai fini del diploma e dell’assegnazione del premio BTicino , è necessario aver frequentato almeno l’80% delle ore di lezione. In caso di interrotta frequenza dovuta a cause non imputabili all’IN/ARCH, lo studente potrà riprendere le lezioni non frequentate in una delle edizioni successive del master, qualora vengano attivate.

Diploma

I risultati del laboratorio verranno presentati e discussi in un evento pubblico di chiusura cui saranno invitati a partecipare, oltre i docenti del master, personalità del mondo dell’architettura, della produzione, dell’arte e della cultura. Nell’ambito dell’evento, ai corsisti in regola con gli obblighi di frequenza, saranno consegnati i diplomi di superamento del Master .

Premio BTicino

A compimento del corso di studio al migliore corsista, giudicato tale dal Consiglio dei Docenti e dalla Direzione scientifica e didattica, verrà assegnato il Premio BTicino consistente in un attestato di merito e nel completo rimborso della quota di iscrizione (4.300,00 Euro). L’assegnazione del premio verrà effettuata in base ai risultati delle esercitazioni svolte durante il Master e alle valutazioni espresse dai docenti dei singoli moduli didattici. I corsisti che non abbiano rispettato gli obblighi di frequenza non potranno essere presi in considerazione per l’assegnazione del premio.

Iscrizione

L’iscrizione, previa comunicazione da parte dell’IN /ARCH, dovrà essere regolarizzata entro e non oltre lunedì 31 ottobre 2005 (termine prorogato al 29 novembre) inviando alla segreteria organizzativa copia dell’avvenuto versamento del 50% della quota. Il restante 50% dovrà essere saldato entro 60 giorni dall’inizio delle lezioni. Il costo del Master è di 4.300,00 Euro più IVA (20%). I versamenti vanno effettuati sul seguente conto corrente bancario:

Banca Antonveneta , ag. n° 01025

via del Corso 287 – 00186 Roma

c /c n° 17209/V intestato INARCH SERVIZI SRL

CAB 03219 – ABI 05040

Sono previste forme di rateizzazione . Per informazioni in merito contattare l’IN/ARCH ai numeri: tel .: 06.68802254; fax.: 06.6868530; e-mail: [email protected] . Referenti: Beatrice Fumarola ( [email protected] ); Daniele Pirozzini ( [email protected] ).

Articolazione didattica

Il Master si sviluppa in 14 moduli didattici, 2 workshop e seminari di approfondimento nei quali la dimensione didattica si aprirà in pubblici dibattiti con un’attenzione specificatamente rivolta all’esemplificazione e all’approfondimento dei temi trattati in un’ottica interdisciplinare. Per favorire la circolazione di problematiche e contenuti tra i moduli e la loro convergenza in un progetto comune, nel “Laboratorio di sintesi: dal modello al cantiere, al progetto” , si alterneranno in aula, a fianco degli altri docenti e per un totale di 50 ore, Enrico di Munno e Marialuisa Palumbo .

Prospettive di ricerca

Architettura e media: prospettive di ricerca (18 ore) – Marialuisa Palumbo , Teorico di Architettura e Media

Tecnologie ambientali: l’edificio come sistema energetico

Simulazione fluidodinamica (24 ore) – Marco Citterio , ENEA, – Umberto Iemma , Facoltà di Ingegneria – Università degli Studi Roma Tre

Sistemi di autoproduzione energetica (20 ore) – Alessandra Scognamiglio , ENEA

Nuove Tecnologie e Materiali (16 Ore)

Progetto e qualità ambientale (14 Ore) – Gaetano Fasano , ENEA

Workshop

Il suolo produttivo : orti urbani e architettura (14 Ore), 2a+p

Tecnologie per l’interazione: l’edificio come sistema informatico

Percezione, interfacce e comunicazione (12 ore) – Carlo Giovannella, Università degli studi di Roma II ” Tor Vergata”

Logica della programmazione – Stefano Pizzuti (18 ore), ENEA

Reti e Sistemi di Sensibilità (28 ore) – Stefano Panzieri , Dipartimento di Informatica e Automazione – Università degli Studi Roma Tre

Home Automation (8 ore) – BTicino e Studio GAP

Interfacce sonore (18 ore) – Piero Pierucci , Plancton Art Studio

Diffusione sonora e gestione multimediale mediante nuove tecnologie (8 ore), Oyster Acoustics

Workshop

Realizzazione di una installazione interattiva (18 ore) – Daniele Mancini, interaction design institute

Laboratorio di sintesi: dal modello al cantiere, al progetto

Modellazione dinamica 3D (40 ore) – Massimo Campari , esperto virtual building e CAD design

Dal modello virtuale al cantiere: il caso MAXXI (20 ore) – Enrico Di Munno , consulente DARC

Progettare interazione (40 ore) – Mauro Annunziato, Plancton Art Studio

Stage

Al termine dell’attività didattica ad ogni studente che non abbia superato il 35° anno di età e che abbia rispettato gli obblighi di frequenza sarà garantito un periodo di stage della durata di tre/sei mesi presso strutture qualificate.

Data la disponibilità di posti si invitano gli interessati a presentare domanda di iscrizione corredata di CV entro il 22 novembre.

Per informazioni si invita a contattare la segreteria organizzativa ai recapiti riportati nel bando al paragrafo “Iscrizione”. 

Scarica il bando

Per ulteriori informazioni ed aggiornameti

http://www.inarch.it/paesaggi_sensibili_2005/home.htm

Copyright © - Riproduzione riservata
PAESAGGI SENSIBILI architettura e nuove tecnologie master di architettura digitale II edizione 12 dicembre 2005 Architetto.info