Premio Martini - Architetti del Paesaggio 2005 Broderie: da dal Re ad oggidal 1 maggio al 30 giugno 2005Villa Arconati - Castellazzo di Bollate, Milano | Architetto.info

Premio Martini – Architetti del Paesaggio 2005 Broderie: da dal Re ad oggidal 1 maggio al 30 giugno 2005Villa Arconati – Castellazzo di Bollate, Milano

image_pdf

Premio Martini per gli Architetti del Paesaggio 2005
Broderie: da dal Re ad oggi dal 1 maggio al 30 giugno 2005
Villa Arconati – Castellazzo di Bollate, Milano

Il nostro Paese è ricco di straordinarie realtà paesaggistiche “costruite” oltre che naturali, che vengono dal passato e devono la loro perfetta conservazione alla lungimiranza e alla passione di proprietari illuminati.

La bellezza dei grandi giardini storici, seppure privati, appartiene a tutti noi, è un bene comune che rende più gradevole il paesaggio in cui ci muoviamo. Un paesaggio che tutti contribuiamo a creare nel momento in cui si interviene su un territorio, qualunque esso sia, dal piccolo giardino davanti a casa ai grandi spazi alberati, dal campo al parco cittadino, e la cui qualità dipende dalla sensibilità e dalla cultura ambientale delle singole persone.

Lo scopo del Premio Martini è proprio quello di divulgare sempre più questa cultura, partendo dal modello “alto” del grande giardino storico e invitando gli architetti del paesaggio ad esprimere le loro interpretazioni del giardino moderno.

Le passate edizioni – con i temi “Arte topiaria” (2001), “Parterre” (2002), “Teatro di verzura” (2003) e “Giardino segreto” (2004) hanno portato alla ribalta sia i giovani architetti sia professionisti di riconosciuta fama. Per l’edizione 2005 sono coinvolti professionisti con vaste esperienze nella progettazione del verde ma anche una profonda conoscenza del giardino storico e della sua conservazione.

Il tema del 2005 vuole essere una “sfida” per reinterpretare e dare nuovo smalto a un tema settecentesco come quello delle sofisticate aiuole fiorite – in francese broderie – offrendo ai professionisti come al largo pubblico soluzioni inedite per la definizione del verde contemporaneo.

Inoltre l’inserimento delle moderne broderie all’interno degli spazi storici di Villa Arconati vuole essere un “omaggio” a un giardino monumentale che, tra i primi in Italia, ha visto la massima espressione dei ricami vegetali “alla francese”.

Giuria Premio Martini 2005

Dott. Peter Heilbron – Amm. delegato Martini & Rossi
Dott.ssa Florisa Gatti – Responsabile relazioni esterne Martini & Rossi
Dott.ssa Eliana Ferioli – Direttore di Gardenia
Arch. Nani Prina – Architetto paesaggista
Prof. Mario Lupano – Docente Storia dell’Arte Contemporanea, Ateneo di Bologna
Prof. Marco Biagi – Docente Progettazione Architettonica, Politecnico di Milano Bovisa
Dott.ssa Mimma Pallavicini – Giornalista settore verde
Sig.ra Judith Wade – Amm. delegato Grandi Giardini Italiani srl
Dott. Oreste Petilli – Eventi speciali Grandi Giardini Italiani srl

Il PREMIO MARTINI PER GLI ARCHITETTI DEL PAESAGGIO 2005, che ha come tema “Broderie: da dal Re ad oggi”, vede la partecipazione di quattro architetti.

Niccolò Grassi
Giorgio Galletti
Nicolò Valmarana
Milena Matteini


Il 4 maggio 2005 sapremo quale fra i progetti da loro proposti – ognuno dei quali ha in sé affascinanti temi di originalità – sarà il vincitore.

Aggiornamenti ed ulteriori informazioni sono disponibili nel sito: http://grandigiardini.it

 

Copyright © - Riproduzione riservata
Premio Martini – Architetti del Paesaggio 2005 Broderie: da dal Re ad oggidal 1 maggio al 30 giugno 2005Villa Arconati – Castellazzo di Bollate, Milano Architetto.info