Presentata l'edizione XXIV del Salone del Restauro 2017 | Architetto.info

Presentata l’edizione XXIV del Salone del Restauro 2017

Dal 22 al 24 marzo torna a Ferrara Fiere Restauro Musei. Tra le novità di questa edizione maggiore spazio alle nuove tecnologie e un'area dedicata alle startup dell'industria creativa

salone restauro
image_pdf

La XXIV edizione di RESTAURO-MUSEI – Salone dell’Economia, della Conservazione, delle Tecnologie e della Valorizzazione dei Beni Culturali e Ambientali, apre le porte al pubblico mercoledì 22 marzo. Sede dell’evento, aperto fino al 24 marzo, è Ferrara Fiere. Anche quest’anno l’ingresso al Salone é gratuito, nella prospettiva di offrire a chiunque la possibilità di fruire liberamente della cultura e così permettere ad una platea sempre più numerosa e variegata di avvicinarsi al nostro Patrimonio Culturale.

Le novità

Restauro Musei mantiene stabili alcuni elementi che lo contraddistinguono, ma continua anche a rinnovarsi. Dopo il successo raggiunto lo scorso anno dai visori in 3D, che integrano realtà virtuale e realtà aumentata lungo il percorso di visite storiche e archeologiche, la XXIV edizione dedica maggiore spazio alle nuove tecnologie, per esaminare le novità e gli sviluppi per una fruizione più completa, interattiva e affascinante dei luoghi culturali. Verrà allestita per la prima volta un’area per ospitare le startup provenienti dal mondo dell’industria creativa, i cui rappresentanti avranno la possibilità di proporre nuove idee, utili alle tematiche inerenti il restauro, a partire dalla tecnologia e dalla creatività. Con la collaborazione di Palma Costi, Assessore della Regione Emilia-Romagna alle attività produttive, piano energetico, economia verde e ricostruzione post-sisma, e l’Università di Ferrara nella persona di Marcello Balzani si approfondirà la questione urbanistica dal punto di vista tecnologico per lo sviluppo e per una migliore fruibilità dei territori regionali.

I Grandi Restauri

Immancabili capisaldi del Salone saranno sempre le testimonianze dei restauri eccellenti, capolavori delle attività di conservazione nostrana, su importanti tesori del patrimonio italiano, in grado di sollecitare ogni anno non solo l’interesse degli addetti e professionisti del settore, ma anche la curiosità del grande pubblico. Non mancheranno i due colossi del mondo del restauro italiano: l’Opificio delle Pietre Dure e l’Istituto Centrale per il Restauro di Roma, che da sempre contribuiscono ad accrescere l’enorme bagaglio di conoscenza ed esperienza che identifica l’Italia come uno dei Paesi di riferimento nell’ambito della conservazione dei beni culturali.
In occasione del Salone, sarà possibile assistere al lavoro in corso sul “La Madonna dell’Impannata” di Raffaello, su “La Madonna della cesta” di Rubens, su due opere di Beato Angelico, su una tavola di Simone Martini e molto altro.

Tra i protagonisti del settore emerge la presenza di Assorestauro – Associazione italiana per il restauro architettonico, artistico, urbano, impegnata nella promozione del know-how e dell’innovazione italiana all’estero, con la presenza in fiera delle oltre 70 aziende associate.

I Premi

Non mancherà la storica sezione dedicata ai premi, di cui il Salone si fa da anni promotore e ambasciatore. Prima fra tutti, la VI edizione del PREMIO DOMUS RESTAURO E CONSERVAZIONE – Premio Internazionale di Restauro Architettonico, ideato e promosso nel 2010 da Fassa s.r.l., e dal Dipartimento di Architettura dell’Università degli Studi di Ferrara, con l’intento di valorizzare progetti realizzati in ambito italiano e internazionale. Tutti i progetti in concorso saranno esposti attraverso oltre 160 pannelli in uno degli stand della manifestazione, una composizione che andrà a descrivere lo stato dell’arte nel campo del Restauro architettonico nel nostro paese e nel resto del mondo. Inoltre, nell’ambito delle premiazioni, sarà presentato il primo volume del Premio Domus, che illustra le cinque edizioni che hanno segnato le “pagine” di questo progetto.

Workshop 

Anche questa edizione ospiterà workshop e corsi di formazione professionale a rilascio di crediti formativi permanenti, altamente qualificati, per le categorie di Architetti, Geometri, Ingegneri e tutti coloro che operano nel campo della conservazione e valorizzazione dei beni culturali e ambientali.

Informazioni utili

Ingresso gratuito previa registrazione obbligatoria
orari: dalle 9.30 alle 18
luogo: Ferrara Fiere, Via della Fiera 11, Ferrara
sito: www.salonedelrestauro.com

Copyright © - Riproduzione riservata
Presentata l’edizione XXIV del Salone del Restauro 2017 Architetto.info