Progettazione partecipata a Milano: e' l'Atelier Castello | Architetto.info

Progettazione partecipata a Milano: e’ l’Atelier Castello

wpid-3593_expogate.jpg
image_pdf

Domani è il “turno” dello studio Attilio Stocchi, mentre oggi dello studio Albori: la progettazione partecipata della nuova area pedonale di Piazza Castello è entrata nel vivo con il ciclo di incontri dal titolo “Atelier Castello”. Promossi dalla Triennale di Milano su invito del Comune di Milano, 11 studi di architettura e design milanesi sono stati coinvolti per misurarsi con la nuova area pedonale di Piazza Castello, dove è stato installato il padiglione Expo Gate.

Negli 11 pomeriggi, dal 15 luglio al prossimo 31 luglio, l’obiettivo è mettere a disposizione dell’Amministrazione comunale un ventaglio di ipotesi da cui trarre orientamento per l’attribuzione in tempi rapidi di un incarico di sistemazione relativo alla condizione attuale, e per iniziare la discussione per la sistemazione post-Expo dell’area. Progettare un assetto definitivo di uno dei luoghi più simbolici del centro milanese: è questo ciò che ogni studio fa direttamente sull’area interessata, proprio nella sala Leonardo di Expo Gate, attrezzata per l’occasione come spazio di lavoro.

Queste prime fondamentali fasi di lavoro sono aperte alla partecipazione di chi, residenti, professionisti, turisti, comitati, cittadini, sia interessato a un assetto dignitoso e funzionale degli spazi urbani coinvolti. Dopo il primo momento, seguirà il lavoro di elaborazione progettuale vero e proprio, svolto da ogni gruppo, che dovrà portare a settembre, alla presentazione e alla discussione pubblica delle proposte. Dopo gli incontri dedicati a Piuarch, Onsite studio, Matteo Fantoni, Studio Albori, sarà la volta di Attilio Stocchi, Park Associati, Urbana, Marco Zanuso, Guidarini & Salvadeo, Morpugo de Curtis e, infine, Obr, Open building research.

Copyright © - Riproduzione riservata
Progettazione partecipata a Milano: e’ l’Atelier Castello Architetto.info