Salone del Mobile 2016: i luoghi da non perdere del Fuorisalone | Architetto.info

Salone del Mobile 2016: i luoghi da non perdere del Fuorisalone

Le proposte del Fuorisalone, tra eventi e mostre 'off', riescono spesso a surclassare l'eccezionalità del Salone del Mobile 'tradizionale'. Ecco una selezione dei luoghi cruciali di Milano da non perdere nell'edizione 2016

Il render degli spazi di Base Milano, la location ricavata all'interno degli spazi dell'ex Ansaldo, che rappresenta una delle novità più attese di questa edizione del Fuorisalone 2016
Il render degli spazi di Base Milano, la location ricavata all'interno degli spazi dell'ex Ansaldo, che rappresenta una delle novità più attese di questa edizione del Fuorisalone 2016
image_pdf

Dal 12 al 17 aprile il Fuorisalone 2016. Tentacolarmente sviluppati tra le maglie della città, anche quest’anno i luoghi della Design Week di Milano saranno al centro della manifestazione di settore più importante al mondo.

Ecco una piccolissima lista dei must 2016, tra conferme e interessanti novità.

Ventura Lambrate

1. Ventura Lambrate – L’hub del design più innovativo e underground della Design Week è ancora una volta il posto di maggior interesse. Il suo appeal è andato consolidandosi nel tempo grazie alla particolare estetica di quest’area industriale semidismessa, dove ogni anno, tra un capannone e un’officina le installazioni più ardite e le esposzioni dei designer più anticonvenzionali hanno caratterizzato fortemente la zona.

Sarpi Bridge

2. Sarpi Bridge – È stato il fenomeno 2015, che quest’anno conferma un’ormai consolidata tendenza a guardare a Oriente. Nel quartiere più intraprendente della Milano etnica, una settimana di eventi in partnership con la cinese Design Radio e con Jillion Art Collective di Shanghai che si occupa di design e di arte contemporanea.

Porta Venezia

3. Porta Venezia – L’identità architettonica inconfondibilmente liberty della zona di Porta Venezia già da qualche anno è stata promossa da alcuni degli eventi più interessanti della Design Week. Forte dei landmark caratteristici della Milano inzio ’900, come l’Albergo Diurno di piazza Oberdan, anche nel 2016 il circuito Porta Venezia In Design farà conoscere i luoghi più belli della zona tra novità stilistiche e del buon cibo.

5 Vie

4. 5 Vie – È il luogo più insolito della Design Week. Lontano dai giri più convenzionali e noti, 5VIE art+design è il progetto che più lega il design a Milano, occupandosi di marketing territoriale, e più specificamente del centro storico ambrosiano della città. Oltre, però, a promuovere luoghi storici (come faranno Seletti, che animerà piazza Affari, e Green Island il giardino segreto di Via Terraggio), grande spazio viene dato al design innovativo, quest’anno dedicato al duo Israeliano Raw Edges.

Brera

5. Brera – Si chiama Progettare è ascoltare il progetto del distretto del Brera Design District, curato dalla sound artist Chiara Luzzana, che con la sua installazione traccerà il percorso inventivo che accomuna musica e dedign. Tra le altre novità novità della zona la Brera Club House, e un nuovo concept, il Brera Design Apartment.

Zona Tortona

6. Zona Tortona – Da sempre sinonimo di Fuorisalone, e spesso criticata per l’affluenza monster di visitatori, è la mecca della Design Week. Si arricchisce di anno in anno e con il consolidarsi di realtà come SuperStudio, Armani Silos e Mudec adesso si è aggiunto anche il rilancio di una delle factory più innovative di Milano, Base (ex Ansaldo). Da non perdere quest’anno Estonia Design House a Auto Produzioni Italia.

Triennale

7. Triennale – Si chiamerà Design afetr Design l’Esposizione Internazionale della Triennale che dopo vent’anni torna a Milano, in occasione della Design Week (per protrarsi fino alla fine dell’estate). Una visione sul presente del significato del design e sui nuovi protagonisti, i makers e i nuovi artigiani, sulla tecnologia e sulle nuove dinamiche social.

Design-Week-Festival-620x388

8. Design Week Festival – È un luogo non-luogo, dove ogni tipo di futuro è rappresentato dalle performance musicali che ogni anno Elita propone in location storiche o sperimentali, della città. Il filo rosso che conduce attraverso ogni tappa del festival è rappresentato dall’intrattenimento di qualità e una programmazione trasversale con ospiti internazionali, che da 11 anni caratterizzano quella che per tutti è la colonna sonora della Design Week.

Base_milano

9. Base Milano (ex Ansaldo): Se tutte le location elencate sono diventate, in qualche modo, delle certezze, è certamente un’incognita (la più attesa a Milano, forse), l’apertura di Base Milano, inaugurata ufficialmente il 30 marzo, in vista dell’avvio delle attività della XXI Triennale di Milano e del conseguente Fuorisalone. Si tratta del nuovo ‘hub della cultura’ (per come è stato presentato dai promotori) ricavato all’interno dell’ex stecca delle Acciaierie Ansaldo a Milano.

Copyright © - Riproduzione riservata
Salone del Mobile 2016: i luoghi da non perdere del Fuorisalone Architetto.info