Via a Carrara Marble Weeks: il marmo e' protagonista | Architetto.info

Via a Carrara Marble Weeks: il marmo e’ protagonista

wpid-3568_marbleweeks.jpg
image_pdf

Ha aperto i battenti venerdì 27 giugno “Carrara Marble Weeks”, kermesse dedicata all’arte, all’architettura e al design e che punta i riflettori sul marmo. Promossa dal Comune di Carrara, dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Carrara, Assindustria Massa-Carrara e dalla Camera di Commercio Massa-Carrara e organizzata da Carrara Fiere e Internazionale Marmi e Macchine Carrarala manifestazione è giunta quest’anno alla sua quarta edizione. Con 8 installazioni architettonico-scultoree collocate nelle vie e nelle piazze della città e 4 mostre arricchite da partecipazioni prestigiose, fino al 3 agosto prossimo Carrara si trasforma in un cantiere creativo aperto alle contaminazioni di diverse esperienze e linguaggi. L’evento è stato ideato dagli architetti Paolo Armenise e Silvia Nerbi, curatori dell’ intera manifestazione e della sezione dedicata all’architettura e al design.

“11 11 11” è il titolo della mostra di Angelo Micheli, allestita nella suggestiva location della Chiesa delle Lacrime, dove sono esposte 33 piccole sculture: undici cipressi, undici capre, undici parti di corpo, 31 opere lignee e due in marmo di Carrara. Apparentemente distanti tra loro gli oggetti sono legati dal filo di una dimensione intima e domestica. Lo Spazio Palazzo Corsi e l’attiguo Garage Corsi di Corso Rosselli, con  la sua fastosa architettura Liberty, ospitano “40X40” e “Osmosi”, che vedono impegnati, rispettivamente, Paolo Ulian con Moreno Ratti ed Eliana M. Lorena.

40×40”nasce come proposta di riuso della marmetta 40×40, quelle mattonelle che si trovano nei laboratori artigiani. Paolo Ulian, designer da sempre impegnato in una progettualità “etica” basata sul rispetto della materia, e Moreno Ratti, giovane designer di Carrara, sperimentano su questo tema presentando sei oggetti che si possono ottenere, attraverso diverse tecniche di lavorazione senza produrre scarti di materiale. Con il progetto espositivo “Osmosi” Eliana M. Lorena, una delle più affermate designer italiane, pone al centro dell’attenzione alcuni elementi costanti del proprio lavoro progettuale: e cioè la “porosità” intesa come parametro di permeabilità e contaminazione tra diverse culture e discipline e la presenza ossessiva del quadrato, figura geometrica sempre viva nella sua progettualità. In occasione di Carrara Marble Weeks 2014, Eliana Lorena apre il suo archivio mettendo in mostra circa 40 anni di idee e progetti.

A riassumere lo spirito dell’evento, 8 installazioni disseminate per la città. Affidate a diverse aziende, le opere racconteranno le contaminazioni tra architettura e  design e creeranno nelle piazze e nelle vie del centro ambienti inaspettati e visioni suggestive per tutta l’estate, fino al 7 settembre. I luoghi prescelti sono Piazza Alberica, Piazza d’Armi, Piazza Duomo, Piazza Mazzini, Piazza delle Erbe, Piazza Cesare Battisti e l’info-point di Carrara Marble Weeks al piano terra di Palazzo Pisani in via Loris Giorgi. Fra le aziende coinvolte: Marmi Carrara, Franchi Umberto Marmi, Graziani Marmi, Adolfo Corsi, Il Fiorino, Marmi Canaloni, Sa.Ge.Van. Marmi, Marbo s.r.l. e Santucci Group, Mgi Marmi e Graniti d’Italia Sicilmarmi. Infine nell’Info-point, illuminato da Martinelli Luce, sponsor tecnico di Carrara Marble Weeks, saranno presenti tutte le aziende del marmo che partecipano a Carrara Marble Weeks 2014.


{GALLERY}

Copyright © - Riproduzione riservata
Via a Carrara Marble Weeks: il marmo e’ protagonista Architetto.info