Fundc: new cultural center | Architetto.info

Fundc: new cultural center

wpid-9042_home.jpg
image_pdf

Lo studio di architettura e pianificazione urbana ‘Fündc’ ha completato il ‘NCC’, il più grande intervento urbanistico degli ultimi dieci anni nel quartiere Pozuelo de Alarcón, a Madrid. Situato nei pressi di piazza Vallet, il progetto si afferma come l’origine di una nuova e vasta rete di spazi culturali e pedonali.

I volumi scultorei compongono la nuova struttura iconica. Una sala audace e angolare, composta da forme geometriche e volumi a sbalzo, contrasta e si integra con il paesaggio storico e dalla tonalità grigia che lo circonda. La sala, flessibile nella sua organizzazione, presenta una pavimentazione mobile che può essere adattata a una vasta possibilità di programmi culturali come mostre e spettacoli.

Circondato da un nuovo paesaggio urbano, l’edificio – che misura 20.000 metri quadrati – è composto da due diverse tipologie architettoniche, il vecchio e il nuovo, che operano in modo simbiotico fornendo spazi tradizionali e trasformabili.

In esterno, una ininterrotta piazza lastricata, arredata con fontane e ‘mega vasi-albero’ trasformano l’ambiente prima in cemento. I vasi, che affondano sotto terra fungendo da colonne strutturali nel garage, consentono una crescita per alberi medio-grandi, così da generare macchie di verde in una zona che normalmente non poteva ospitarne. Sottoterra, un nuovo parcheggio a due piani assorbe l’impatto del traffico veicolare; collegato a una serie di strade sotterranee e alle fermate degli autobus, il garage è in grado di liberare la piazza superiore dal traffico veicolare, lasciandola libera per pedoni e biciclette.

Come afferma l’architetto Cesar Garcia ‘Questo intervento cambia il modo tradizionale di intendere le nuove aree pedonali in un ambiente già costruito, dal momento che non sceglie tra i pedoni o le automobili, ma accetta entrambi, ri-posizionandoli’.

{GALLERY}

Copyright © - Riproduzione riservata
Fundc: new cultural center Architetto.info