Gli headquarters della CCTV completati a Beijing | Architetto.info

Gli headquarters della CCTV completati a Beijing

wpid-11564_cctv.jpg
image_pdf

Due torri inclinate l’una verso l’altra unite alle loro estremità a formare un cerchio o, sarebbe meglio dire, un quadrato. A Beijing è stato appena inaugurato l’edificio degli headquarters della CCTV (China Central Television), progettato dal rinomato studio Oma, che ha reinventato il concetto della torre circolare, trasformandola in un quadrato tridimensionale.

La costruzione ha richiesto 8 anni di lavori, che infine hanno dotato il grattacielo di 473.00 m2 di superficie di studi televisivi, uffici e facilities di produzione e diffusione. Si tratta del più grande progetto che Oma abbia fino a oggi realizzato e l’edificio più imponente firmato dallo studio di Rem Koolhaas in Cina.

La nuova sede della CCTV è alta 243 m e ha 49 piani. Le due torri si elevano da una piattaforma comune per inclinarsi l’una verso l’altra e congiungersi in una mensola perpendicolare di 75 m. Il design mira a esprimere l’intero processo della produzione televisiva, riunito in un unico edificio rappresentato da un circolo di attività interconnesse.  

La struttura della Televisione cinese e le forze che vi lavorano sono visibili dalla facciata dell’edificio: una rete di diagonali che diviene più densa nelle aree di maggior attività e più sciolta e aperta nelle aree dove il lavoro si svolge a ritmi più lenti. In tal modo, la facciata stessa diventa una manifestazione visiva della struttura interna dell’edificio.

Entro la fine dell’anno gli headquarters CCTV saranno pienamente operativi.

C.C.  

{GALLERY}

Copyright © - Riproduzione riservata
Gli headquarters della CCTV completati a Beijing Architetto.info