BIM e bio-edilizia scolastica: la nuova Scuola Primaria Garibaldi di Soliera, Emilia Romagna | Architetto.info

BIM e bio-edilizia scolastica: la nuova Scuola Primaria Garibaldi di Soliera, Emilia Romagna

Grazie alla progettazione BIM, l’impiego di tecniche costruttive a secco con una struttura lignea e pacchetti di finitura costituiti, l’edificio (efficiente), firmato Vitre Studio, è stato realizzato in soli 43 giorni

AllPlan_scuola
image_pdf

In seguito al recente terremoto che ha colpito con particolare forza la Regione Emilia Romagna, si è reso necessario provvedere alla ricostruzione dei principali servizi. Per questo, sono stati banditi numerosi concorsi tra cui quello relativo alla realizzazione della nuova Scuola Primaria di Soliera, in provincia di Modena. 

L’approccio progettuale

L’intervento realizzato è stato finalizzato alla costruzione di un complesso scolastico di nuova concezione, non solo per quanto riguarda le dotazioni e gli aspetti distributivo – funzionali ma anche per le tecniche costruttive.

La necessità di una realizzazione rapida ha suggerito l’adozione di tecniche costruttive a secco con l’impiego di una struttura lignea e di pacchetti di finitura costituiti per stratificazione di elementi specifici. Questo accorgimento, oltre ad accorciare considerevolmente i tempi di realizzazione (43 giorni in totale per la completa ultimazione dell’opera) ha consentito di rispettare appieno i sempre più importanti principi della bio-edilizia e del risparmio energetico.

La nuova scuola, progettata dagli architetti di Vitre Studio, si dimostra pertanto estremamente efficiente e al contempo capace di garantire ottimi livelli di durabilità e di facile manutenzione. Il nuovo centro scolastico, viste la funzione, la forma, la dimensione, non fa riferimento a nessuna tipologia architettonica o figurativa esistente nell’area, ma si cala in essa come esempio di una nuova architettura che palesa la propria funzione rendendosi facilmente riconoscibile come edificio scolastico.

Per consultare lo Speciale Edilizia Scolastica clicca qui

La volumetria di per se piuttosto semplice è articolata dal trattamento delle facciate: molto colorate, allegre, con i prospetti frammentati in numerose fasce colorate in grado di rendere gioioso ed alle stesso tempo luminoso il complesso rendendolo così consono alla destinazione d’uso.

AllPlan_Scuola_2

Con il trattamento degli esterni si rende possibile anche una sorta di classificazione delle funzioni interne. Le attività scolastiche, siano esse diversificate per macro aree o per peculiarità interne risultano facilmente identificabili attraverso l’ampio e coerente utilizzo di segnaletica integrata nelle superfici di finitura, avente campiture cromatiche diverse dalla parete: campiture di diverso colore sono accompagnate a disegni di grande scala, rendendo immediata a chiunque l’identificazione dei diversi locali.

AllPlan_Scuola_2

L’arch. Gianluca Perottoni di Vitre Studio spiega: “dopo anni di esperienza acquisita direttamente sul campo, si può affermare che il nostro gruppo di lavoro abbia raggiunto un elevato livello qualitativo con esperienza approfondita nella progettazione di edifici scolastici in genere. Il nostro gruppo Vitre Studio si è specializzato ormai da una decina di anni nella progettazione e realizzazione di edifici per la Pubblica Amministrazione e in particolare per l’istruzione scolastica (asili nido, scuole primarie e secondarie, attrezzature quali palestre, mense, sale polivalenti, strutture sportive, centri sociali e polifunzionali e centri giovanili).

Ci siamo resi conto di quanto sia fondamentale conoscere a fondo i problemi che gravitano attorno al mondo dell’istruzione e della formazione, di come sia importante la cura dei particolari, dalla localizzazione alla distribuzione, alla forma, ai materiali e alle dotazioni impiantistiche e tecnologiche, facendo sempre riferimento ad un sistema costruttivo sicuro e sano, consono alla vita e alle attività dei giovani alunni e che tendano sempre più all’autonomia energetica, mediante l’utilizzo di fonti energetiche naturali e rinnovabili.”

Al Salone SAIE di Bologna è stata allestita la mostra sul costruire in bioedilizia “Edifici scolastici ecocompatibili”, con catalogo curato dalla “Edicom Edizioni” e, in tale occasione, sono stati premiati due progetti firmati Vitre Studio: la Scuola Elementare di Marco di Rovereto (TN) e la Scuola elementare di Quinto Vicentino (VI); nonché segnalati altri tre: Scuola materna di Volano (TN), la Scuola elementare di S. Michele all’Adige (TN) e quella di Eraclea (VE).

L’arch. Perottoni continua: “l’approccio progettuale ad una nuova realizzazione architettonica ci porta alla volontà di realizzare degli spazi educativi, belli, luminosi e confortevoli. La progettazione non è quindi solamente rivolta all’osservanza di parametri tecnici, quali le normative e i regolamenti, ma è soprattutto finalizzata a creare un’armonia di luoghi e ambienti, capaci di suscitare emozioni positive e di creare spazi di aggregazione, in cui le nuove generazioni possano crescere”.

Copyright © - Riproduzione riservata
BIM e bio-edilizia scolastica: la nuova Scuola Primaria Garibaldi di Soliera, Emilia Romagna Architetto.info