CasaClima Awards 2015: l’ampliamento di una scuola a Merano di Stifter+Bachmann | Architetto.info

CasaClima Awards 2015: l’ampliamento di una scuola a Merano di Stifter+Bachmann

“Casa 3 litri”, inserisce in un contesto storico un volume compatto e contemporaneo che rifiuta la mimesi e crea ambienti dedicati alla didattica dall’alto grado di benessere ambientale

principale
image_pdf

L’ampliamento della scuola professionale alberghiera Savoy di Merano è un progetto dello studio altoatesino Sifter+Bachmann, vincitore di un concorso di progettazione bandito nel 2005 dalla Provincia Autonoma di Bolzano. Completato a settembre 2014 per una spesa di 15 milioni di euro, è stato consegnato ufficialmente il 21 maggio ed è stato inserito tra i vincitori dei CasaClima Awards 2015.

Il lancio di un concorso si rese necessario per dare una risposta sia alle crescenti esigenze della struttura scolastica che a quelle di tutto un territorio che vede nel turismo uno dei settori economici più importanti. Gli iscritti del Savoy hanno infatti registrato negli ultimi anni crescite del 25% fra gli apprendisti e del 20% fra gli studenti, sono in aumento costante e necessitavano di nuovi spazi per la didattica e i laboratori all’interno di un nuovo edificio che avrebbe sfruttato un lotto di terreno libero adiacente la struttura storica, un complesso tardo ottocentesco sulle rive del torrente Passirio utilizzato come hotel fino al 1967.

Helmut Stifter e Angelika Bachmann, rispettivamente classe 1968 e 1967 e fondatori nel 1999 dello studio Stifter+Bachmann, con la vittoria al concorso si sono confermati progettisti di livello, dall’attività già riconosciuta da premi e selezioni come la menzione d’onore nella categoria Sport all’edizione 2009 della Medaglia d’Oro della Triennale di Milano con il complesso sportivo San Martino in Valle Aurina e, nel 2011, il premio under 40 Ala-assoarchitetti al Premio internazionale Dedalo Minosse.

Stifter-Bachmann-.-Savoy-Hotel-School-Extension-.-Meran-15-1200x847

Fonte: Stifter+Bachmann

Compatto volume a tetto piano, isolato dal contesto e collegato alla sede storica della scuola tramite una passerella vetrata chiusa all’altezza del secondo piano, il nuovo edificio aggiunge all’esistente 12 classi e nuovi spazi per le esercitazioni: due cucine, due sale da pranzo, una pasticceria, una reception e un bar inseriti all’interno di 23.240 mc. Cinque sono i piani fuori terra e due gli interrati di un ampliamento che ha scelto di porsi in dialogo non mimetico rispetto a una preesistenza storica vincolata e un contesto di edificazione poco densa che vede convivere in modo armonioso piccoli condomini, palazzine e ville di epoche diverse immersi in una diffusa presenza del verde. Altezza, scala e colore esterno dell’esistente sono un punto di riferimento per il nuovo, che tuttavia si eleva in un’area ristretta come un volume essenziale dalle pareti esterne a doppia inclinazione realizzate in calcestruzzo a vista bocciardato.

Stifter-Bachmann-.-Savoy-Hotel-School-Extension-.-Meran-11-1200x800

Fonte: Stifter+Bachmann

La qualità dell’insieme e gli elevati livelli di benessere degli ambienti interni, essenziali per un luogo votato all’apprendimento, sono gli elementi che hanno portato la giuria dei CasaClima Awards a inserire fra i premiati dell’edizione 2015 l’ampliamento della scuola Savoy, un intervento inserito tra gli edifici certificati in classe A dall’agenzia altoatesina.

La semplicità formale e la scelta di inclinare le pareti esterne, che da divergenti convergono a partire dal terzo piano fuori terra, rispondono a precisi criteri di inserimento urbanistico e garanzia di corretti soleggiamento e illuminazione naturale, a cui contribuiscono sia la disposizione delle aperture esterne, che si sviluppano sulle facciate e sul tetto piano, sia le scelte distributive e le finiture interne, che ricavano ambienti a doppia altezza e realizzano ambienti in cui prevalgono i toni chiari.

Stifter-Bachmann-.-Savoy-Hotel-School-Extension-.-Meran-4

Fonte: Stifter+Bachmann

Le caratteristiche che hanno portato alla certificazione in classe A CasaClima rendono l’ampliamento della scuola Savoy una “casa da 3 litri”, la cui gestione richiede un fabbisogno energetico inferiore a 3 litri di gasolio o 3 mc di gas per metro quadro all’anno. All’interno, pavimenti radianti distribuiscono il calore prodotto dalla rete cittadina del teleriscaldamento ed è presente un sistema di ventilazione controllata a recupero di calore.

Copyright © - Riproduzione riservata
L'autore
CasaClima Awards 2015: l’ampliamento di una scuola a Merano di Stifter+Bachmann Architetto.info