Che cos'è l'Antenna Lecher | Architetto.info

Che cos’è l’Antenna Lecher

Chi ha inventato e a cosa serve l'antenna Lecher, strumento che lavora sui campi elettromagnetici di interesse biologico

Antenna_lecher_2

Lo stato attuale della ricerca scientifica e tecnologica è molto avanzato, ma le indagini di Walter Kunnen sulla Biosfera e sui sottili meccanismi elettromagnetici che interessano i viventi non si sarebbero potute eseguire con apparecchiature elettriche o elettroniche.

Furono invece possibili con un semplice strumento radiestesico, o biofisico, che egli cominciò a utilizzare frequentando negli anni ‘50 il suo inventore, il fisico tedesco Reinhard Schneider: l’antenna Lecher, chiamata così in omaggio all’ingegnere austriaco Ernst Lecher.
Questo è uno strumento che permette di selezionare la frequenza su cui si desidera ricevere il segnale, come un selettore radio. Esso viene tenuto tra le mani dell’operatore e, seguendo una precisa tecnica di misura, permette di amplificare la risonanza elettromagnetica dell’antenna attraverso la sensibilità biologica dell’organismo umano, che attraverso un involontario riflesso nervoso derivato dal contatto elettrico con lo strumento traduce in movimenti definiti il segnale percepito.

L’antenna utilizzata da Kunnen e dai suoi collaboratori è un perfezionamento dell’originale ed è stata adeguatamente tarata e completata, permettendo di eseguire misurazioni molto particolareggiate sull’intensità dei campi elettromagnetici su ciascuna delle due polarità magnetiche, che ne definiscono la qualità biologica.

Fig2016_8-1

La polarità nell’antenna Lecher. Una speciale bacchetta mobile polarizzata inserita nello strumento permette di misurare dettagliate la qualità magnetica dei deboli campi elettromagnetici di interesse biologico

L’antenna Lecher utilizzata dall’uomo si rivela dunque uno “strumento biologico” di misura, il più semplice ed economico strumento di analisi bioenergetica degli esseri viventi. Le sue potenzialità a noi finora note consentono di misurare la risposta degli animali e delle piante alle influenze ambientali e a prodotti, sostanze o stimoli capaci di generare una risposta organica significativa. Riusciamo così a riconoscere ciò che nell’ambiente interferisce con la vita, favorendola o contrastandola, al di là di ogni approccio settoriale e di ogni “dialetto disciplinare” imposto dalla frammentazione del sapere.

Copyright © - Riproduzione riservata
L'autore
Che cos’è l’Antenna Lecher Architetto.info