L'eco-citta' di Tianjin, due musei come lo 'yin' e lo 'yang' | Architetto.info

L’eco-citta’ di Tianjin, due musei come lo ‘yin’ e lo ‘yang’

wpid-13839_stevenholltianjinecocitylow.jpg
image_pdf

Lo studio Steven Holl Architects ha vinto la gara per la realizzazione di un progetto visionario, che sorgerà nella municipalità di Tianjin, una delle quattro grandi aree metropolitane cinesi. Nell’area di Bohai Bay verrà costruita una nuova “eco-città”, destinata a ospitare 350 mila abitanti, sui resti di una ex salina bonificata e in un’area caratterizzata dal forte inquinamento delle maree. Il progetto nasce come collaborazione tra il governo cinese e quello di Singapore, con l’ambizioso obiettivo di realizzare una città-manifesto nel mondo per lo sviluppo di caratteristiche sostenibili

Rispetto al complesso piano urbanistico, che prevede il completamento di un terzo della nuova città entro il 2020, Steven Holl Architects realizzerà i primi due edifici destinati al distretto culturale della città: l’Ecology e il Planning Museums. Lo studio ha progettato le due strutture in modo distinto e complementare, come lo ‘yin’ e lo ‘yang’ del taoismo e del confucianesimo cinese. Nello specifico, l’Ecology Museum è l’elemento ‘additivo’ allo spazio ‘sottrattivo’ del Planning Museum, in una combinazione dove l’ipotetica somma dei due edifici costituisce un volume unico.

Entrando nello specifico del progetto, ciascuna delle due strutture coprirà 20mila metri quadrati di superficie, connesse tramite un’area-tunnel sotterranea dalla medesima estensione. All’interno, i due musei offriranno esperienze di visita basate sulla stessa natura degli edifici: da un lato l’ecologia e l’attenzione all’ambiente, dall’altro la pianificazione urbana.

L’Ecology Museum è organizzato in tre aree, corrispondenti alle tre ‘ecologie principali’: dalla Terra al Cosmo, dalla Terra alla Terra, dalla Terra all’Uomo. Il Planning Museum, a sua volta, conterrà percorsi espositivi dedicati al paesaggio urbano, ai trasporti, all’industria e all’architettura verde, per culminare in un modello in larga scala dell’intera eco-città. Entrambi i musei saranno caratterizzati da tecnologie innovative, proiezioni digitali e esperienze interattive, con una ricca presenza di spazi ricreativi come un cinema 3d e un ristorante che si affaccia sul mare.

{GALLERY}

Copyright © - Riproduzione riservata
L’eco-citta’ di Tianjin, due musei come lo ‘yin’ e lo ‘yang’ Architetto.info