L'eco-ponte realizzato dai container a Tel Aviv | Architetto.info

L’eco-ponte realizzato dai container a Tel Aviv

wpid-13874_yoavmasserecontainer.jpg
image_pdf

Con l’avvento dell’edilizia ‘green’ e la diffusione crescente di pratiche di recupero, in molti hanno adottato il container da spedizione come elemento da rielaborare e ripensare, talvolta provocatoriamente. L’idea di un ponte costruito partendo da container, tuttavia, suona inedita.

A realizzarla è Yoav Masser, tra le firme più acclamate dell’architettura israeliana, che ha svelato al mondo le immagini del suo ECOntainer Bridge, di prossima costruzione. Il ponte sarà installato nel Parco Ariel Sharon a est di Tel Aviv, riserva naturale che dedica una particolare attenzione ai temi della sostenibilità e dell’ecologia, all’interno del quale la presenza dei container da spedizione riutilizzati andrà a riecheggiare l’identità del luogo.

La costruzione del ponte sarà, secondo Masser, un lavoro semplice e veloce: le unità potranno essere realizzate off-site e assemblate sul posto, minimizzando l’impatto sull’ambiente. Pochi saranno gli elementi aggiuntivi rispetto ai container: un’impalcatura d’acciaio a costituire la struttura primaria, due piattaforme sospese per offrire una vista sull’orizzonte da entrambi i lati.

La natura modulare della costruzione per container renderà anche più agevole la manutenzione, andando a sostituire i singoli container in caso di riparazione o per modificarne l’aspetto generale. Pannelli incorporati all’interno offriranno informazioni e presentazioni sui nuovi progetti ai passanti.{GALLERY}

Copyright © - Riproduzione riservata
L’eco-ponte realizzato dai container a Tel Aviv Architetto.info