L'Oasis d'Aboukir, il nuovo capolavoro 'verde' di Patrick Blanc | Architetto.info

L’Oasis d’Aboukir, il nuovo capolavoro ‘verde’ di Patrick Blanc

wpid-18365_patrickblancgiardinoverticalecover.jpg
image_pdf

Le pareti verticali fanno tendenza: mentre solo poche settimane fa a Londra, a due passi da Buckingham Palace, è stata inaugurata la più grande parete verde della metropoli, oggi Parigi può farsi vanto di un nuovo capolavoro del maestro dei giardini verticali, Patrick Blanc.

In occasione della Paris Design Week, che si tiene dal 9 al 15 settembre 2013, è stata infatti installata l’Oasis d’Aboukir, un impressionante opera d’arte botanica che rappresenta un potente omaggio alla biodiversità e solleva una significativa riflessione sulla crescente necessità di spazi verdi nei grandi centri urbani.

L’oasi copre l’intera facciata angolare di un edificio che si rivolge su tre strade molto trafficate, Montorgueil, Reaumur Sebastopol e le Grands Boulevards. I suoi 25 metri quadrati di vegetazione raccolgono 7.600 piante che rappresentano 237 specie differenti. Sebbene la densità del verde presente lascia supporre che sia il frutto di una piantumazione a lunga durata, in realtà il giardino verticale ha richiesto soltanto sette settimane per essere installato.

A un’osservazione attenta emerge il disegno diagonale conferito da Blanc alla vegetazione, un po’ come le nervature di una foglia. Nell’effetto in cui è riconoscibile il genio stilistico del suo autore, che ha fatto scuola: utilizzare le diverse conformazioni e tonalità cromatiche delle piante come fossero una texture, per generare rilievi ed effetti dinamici.

{GALLERY} 

Copyright © - Riproduzione riservata
L’Oasis d’Aboukir, il nuovo capolavoro ‘verde’ di Patrick Blanc Architetto.info