Ricostruzione in Emilia: la sede 'green' di Panaria Ceramica firmata Archilinea | Architetto.info

Ricostruzione in Emilia: la sede ‘green’ di Panaria Ceramica firmata Archilinea

Lo studio specializzato in architettura green firma la nuova sede di Panaria Ceramica, nuovo esempio vincente della ricostruzione post sisma in Emilia

wpid-25694_archilineapanariaceramica.jpg
image_pdf

La nuova sede Panaria Ceramica a Finale Emilia, firmata Archilinea (tutte le foto: Archilinea)

Dall’Emilia arriva un nuovo esempio di ricostruzione post sisma effettuata nel segno dell’avanguardia, della sicurezza e della sostenibilità energetica: a Finale Emilia, uno dei territori maggiormente colpiti dal sisma del 20 e 29 maggio 2012, è stata inaugurata nei giorni scorsi la nuova sede di Panaria Ceramica, azienda di Panariagroup, da anni specializzata in pavimenti e rivestimenti ceramici.

Frutto di un lavoro durato due anni e mezzo, la nuova sede di Panaria Ceramica è firmata dallo studio Archilinea, che ha seguito anche la direzione lavori. Con base a Sassuolo, lo studio è specializzato da oltre 30 anni in sistemi ad elevata capacità antisismica, costruzioni in classe A e architettura green, ed è sicuramente tra i più attivi nel percorso di ricostruzione del territorio (di Archilinea sono, ad esempio, i progetti dei municipi di Mirandola e Concordia).

Proprio in occasione del terribile terremoto del 2012 la palazzina uffici della Panaria Ceramica subì danni tali da portare la proprietà a richiedere un intervento di ristrutturazione generale dell’edificio. Oggi la palazzina conta 2.100 metri quadri su tre piani, frutto di un importante intervento in cui la priorità l’hanno avuta le azioni di ristrutturazione e consolidamento, che hanno richiesto 6 mesi di lavoro. Sono state così gestite le diverse fasi della realizzazione puntando su una ricostruzione di qualità, sia in termini di livelli di sicurezza che di efficienza energetica e di sostenibilità.

“L’obiettivo primario della progettazione è stato il consolidamento e il miglioramento sismico dell’immobile”, affermano i progettisti di Archilinea. “Sul fronte della ricostruzione in questi due anni e mezzo abbiamo però consolidato delle buone pratiche che permettono di conciliare la sicurezza di un edificio con la qualità estetica, la funzionalità e la sostenibilità energetica”.

La sede è stata messa in sicurezza con la realizzazione di quattro grandi portali ancorati alle strutture portanti esistenti: realizzati con reticolari in acciaio bullonate, contribuiscono a portare l’edificio ad un livello di sicurezza superiore al 60% rispetto ai nuovi standard antisismici.

Un altro dei temi principali del progetto è l’accostamento tra le lastre ceramiche e il verde: non solo con la presenza di zone prato esterne all’edificio, nelle quali sono presenti trenta specie di piante differenti e un campo da tennis, ma anche grazie all’allestimento di vere e proprie pareti verticali di piante e ballatoi con vegetazione ricadente che garantiranno la presenza di fioritura in ogni momento dell’anno. Elemento qualificante dell’edificio è poi l’elevata sostenibilità energetica ottenuta con pareti ventilate, facciate a vetrata e forti coibentazioni situate in zone strategiche della struttura.

Infine l’attenzione all’utilizzo dei materiali, con la ceramica a svolgere il ruolo di protagonista assoluta. E’ infatti il formato della lastra sottile (100 x 300 cm) a determinare il modulo progettuale a cui si allineano la scansione della facciata vetrata continua e la distribuzione interna degli spazi. Il prodotto acquisisce quindi diverse funzioni: è sostenibile in quanto crea superfici ventilate. E’ inoltre funzionale perché serve a schermare la struttura; è infine estetico in quanto caratterizzante l’intero progetto.

All’esterno il materiale ceramico viene utilizzato non solo per rivestire le superfici verticali ma anche quelle orizzontali. I tre camminamenti principali che conducono all’ingresso sono anch’essi realizzati con materiale ceramico da esterno con spessore 2 cm.

Scheda tecnica del progetto

Sede uffici Panaria Ceramica 

Progetto: Prospazio (Arch. Gervasi) 

Committente: Panariagroup Industrie Ceramiche S.p.a 

Credits: 

Progetto architettonico: Archilinea 

Responsabile progetto: Arch. Gervasi 

Progettazione strutturale antisismica: Ing. Dallari 

Progettazione impianti meccanici: P.I. Malaguti 

Progettazione ai fini della classificazione energetica: P.I. Malaguti 

Progettazione impianti elettrici e rete dati: P.I. Mucci 

Installazione impianti elettrici: COSPE 

Installazione impianti meccanici: SICI 

Opere edili: Tecno Service spa 

Committente: Panaria Ceramica 

Dati dimensionali: 3 Piani, 2.100 mq 

Tempi di realizzazione : giugno 2013 – dicembre 2013 

Localizzazione: finale emilia, via Panaria Bassa 22/a

Copyright © - Riproduzione riservata
Ricostruzione in Emilia: la sede ‘green’ di Panaria Ceramica firmata Archilinea Architetto.info