WAGT presenta Green Block per aiutare Londra a diventare National Park City | Architetto.info

WAGT presenta Green Block per aiutare Londra a diventare National Park City

Lo studio londinese di paesaggisti WAGT propone un prototipo di mattone da usare su edifici, strade e piazze per realizzare l’ambiziosa London Environment Strategy che vuole Londra National Park City

© WAGT
© WAGT
image_pdf

Copenaghen non è la sola città europea lanciata verso traguardi di sostenibilità, perseguiti attraverso ambiziosi progetti e strategie urbane che, ad esempio, la stanno portando verso l’obiettivo di diventare carbon neutral entro il 2025. Ai margini del difficile percorso avviato in seguito alla Brexit e della crescita che, tra critiche e progetti degni di nota e nonostante la decisione dell’uscita dall’Europa, sta continuando a essere impetuosa, anche Londra sta prefigurando un futuro di crescita ma anche decisamente più “verde” di quanto oggi non sia (le stime parlano oggi del 47% del suo territorio). Il sindaco Sadiq Kahn, con il sostegno di oltre 1.000 tra amministratori e politici attivi in città, ad agosto ha infatti reso pubblica l’idea di rendere la capitale britannica National Park City entro il 2019, inserita nella London Environment Strategy. Allo scopo ha anche dato vita a una Fondazione, la National Park City Foundation, e avviato una consultazione pubblica per raccogliere consenso e idee da parte della popolazione.

Quasi utopici e sicuramente decisamente ambiziosi sono i tratti di un’idea che dovrebbe rendere la capitale britannica “un luogo più verde, più salutare e in cui sia più sano vivere”, in cui “gli spazi verdi siano di alta qualità, l’aria sia pulita e respirabile, sia piacevole nuotare nei suoi fiumi e corsi d’acqua e le costruzioni siano sostenibili”, applicando a un contesto urbano un modello di gestione molto vicino a quello mutuato dai parchi naturali, fatto di tutela (parziale), promozione di programmi di conoscenza del territorio rivolti sia ai cittadini che ai turisti e crescita delle attività economiche legate al settore. Il tutto attraverso azioni, normative e progetti che dovrebbero renderlo gradualmente possibile.

Fra questi, lo studio londinese di paesaggisti WAGT ha risposto a una chiamata pubblica lanciata dallo stesso Kahn presentando Green Block, concept di architettura del paesaggio elaborato insieme a Daniel Raven-Ellison, geografo che figura tra gli ideatori e i referenti dell’iniziativa London National Park City. Green Block realizza un mattone verde dai molteplici potenziali utilizzi, il cui contenuto di terra può permettere la crescita di diverse specie arboree secondo un principio piuttosto semplice. Il sistema è infatti modulare, flessibile e realizzabile anche con materiale riciclato e può essere utilizzato, ripetuto, sia sull’esistente per renderlo più verde, ad esempio negli edifici ma anche lungo le strade e nelle piazze. Secondo gli ideatori anche la richiesta di manutenzione potrebbe essere minima: non sarà necessario innaffiarli perché saranno dotati di serbatoi per l’irrigazione e anche le operazioni di manutenzione saranno limitate alla cura della parte verde. Per adesso Green Block è ancora una proposta ma si prevede in avvio una fase di prototipazione i cui test dovrebbero concludersi nella prima parte del 2018.

Alcuni degli esempi di utilizzo sono suggeriti dai rendering realizzati da WAGT. Uno in particolare prefigura un possibile futuro per la trafficata e centrale Fleet Street, che con l’utilizzo di Green Block (ma anche un piano di almeno medio periodo che ne immagini e permetta la trasformazione) potrebbe diventare più verde, meno impegnata dal traffico veicolare e più da una mobilità lenta e in cui i mattoni verdi sono utilizzati per rendere più “vegetali” le fermate dei mezzi pubblici e i fronti degli edifici esistenti, accompagnano nuove piste ciclabili e percorsi pedonali, sono parte di nuovi elemento di arredo urbano e realizzano intere pareti verdi.

Copyright © - Riproduzione riservata
WAGT presenta Green Block per aiutare Londra a diventare National Park City Architetto.info