I giganti elettrici | Architetto.info

I giganti elettrici

wpid-4403_bigchoishinearchitects.jpg
image_pdf

Una delle tipologie di manufatti infrastrutturali di maggiore impatto dimensionale, ambientale e visivo ha sempre riscosso un notevole disinteresse da parte del progetto di design. Proprio mentre la salvaguardia delle peculiarità dell’ambiente e del paesaggio diventa una questione di attualità sempre crescente, fino a diventare strumento di inibizione da parte dei movimenti politici più radicali, i tralicci per l’elettricità ad alta tensione si affida a soluzioni a dir poco arcaiche e prive di slancio creativo.

A valle di un concorso per la concezione di piloni per la distribuzione energetica da parte della Landsnet nel territorio dell’Islanda, ha suscitato un grande interesse la proposta dello studio bostoniano Choi+Shine. Consiste in gigantesche strutture reticolari antropomorfe, una in forme maschili, l’altra femminili. Come dei giganti buoni, trasporteranno la corrente in uno dei territori più vergini e più impervi del mondo.

In fondo, è una ventata di poesia che ricava da un artefatto sostanzialmente rozzo un alto potenziale figurativo.

Per ora il progetto è “congelato” più dalla crisi economica che non dal freddo di quelle terre. In futuro saranno le “porte” urbane verso la capitale Reykjavik.

{GALLERY}

Copyright © - Riproduzione riservata
I giganti elettrici Architetto.info