I grattacieli del futuro nel concorso di eVolo | Architetto.info

I grattacieli del futuro nel concorso di eVolo

wpid-5227_vincitoreevolo.jpg
image_pdf

Sono stati annunciati i vincitori della eVolo Skyscrapers Competition 2014, l’atteso concorso di ‘visioni del futuro’ su torri e grattacieli organizzato dal magazine internazionale eVolo, uno dei punti di riferimento mondiali sulle evoluzioni più avveniristiche dell’architettura.

Giunto alla nona edizione, il concorso nasce per premiare le visioni più originali del ‘vivere verticale‘, dove emerge al meglio il connubio di innovazione tecnologica, uso dei materiali, programmazione urbanistica, elementi estetici ed organizzazione spaziale.

Per l’edizione 2014 sono stati sottoposti alla valutazione della giuria 525 progetti da 43 Paesi in tutti i continenti. Oltre ai tre vincitori, riportati di seguito, sono state assegnate 20 menzioni. Tra queste ultime, si segnala una torre stampata in 3d nel deserto, un grattacielo-filtro per l’aria inquinata delle metropoli e un hub di trasporto verticale.

Primo posto: “Vernacular Versatility” di Yong Ju Lee (Stati Uniti), una reinterpretazione dell’architettura tradizionale coreana in un edificio ad uso misto.

Secondo posto: “Car and Shell: or Marinetti’s Monster” di Mark Talbot e Daniel Markiewicz (Stati Uniti), una visione urbana ‘nel cielo’ per la città di Detroit.

Terzo posto: “Propagate Skyscraper” di Yu Hao Liu e Rui Wu (Canada), una proposta che indaga l’uso strutturale dell’anidride carbonica nei grattacieli.

Copyright © - Riproduzione riservata
I grattacieli del futuro nel concorso di eVolo Architetto.info