Il buco che cattura il suono | Architetto.info

Il buco che cattura il suono

wpid-4316_Orecchinoprotesiacustica.jpg
image_pdf

Con grande coraggio, il gruppo tedesco Designaffairs, già specializzato nel design di apparecchiature ad alta tecnologia, propone una protesi che agisce sugli stili dei giovani contemporanei.

Nonostante siamo abituati ad associare la sordità alla categoria delle persone anziane, questo handicap, seppur in misura minore, colpisce anche i più giovani. Designaffairs opera un ibrido incredibile. Studia una protesi acustica nelle forme di un piercing. La batteria vera e propria assume così la forma di una minuscola ciambella, dall’aspetto assai hi-tech. Da lì si diparte il classico tubicino in plastica trasparente, che termina, all’interno dell’orecchio, con l’auricolare.

Normalmente i piercing appaiono sul corpo di coloro che non vogliono nascondere nulla. Anzi, hanno un senso proprio per esaltare le parti del corpo su cui vengono installati, anche quando si tratta di zone intime. Così, una protesi che tutti vorrebbero evitare viene resa ancor più evidente e interpretata in chiave fashion.

{GALLERY}

Copyright © - Riproduzione riservata
Il buco che cattura il suono Architetto.info